ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

NEWS

Due chiacchiere col talentuoso Young Rider Guido Franchi

 1
Bozza automatica 9

Home 36

Condividi:
Print Friendly, PDF & Email

24 aprile 2019 #focus

Home 35

Classe 1998, toscanissimo, talentuosissimo e figlio d’arte, Guido Franchi ci concede una chiacchierata postuma al magnifico risultato messo a segno lo scorso weekend a Gorla Minore, con la vittoria nel Gran Premio Young Rider in occasione dello CSIO Giovanile, a titolo individuale (+info: clicca qui).

Home 42

Guido Franchi in Premiazione a Gorla Minore (VA) foto credits ©Equieffe

Lo raggiungiamo telefonicamente mentre, sferzato dal vento che accompagna in questi giorni le nostre vacanze pasquali, passeggia un cavallo nelle scuderie di famiglia, al Centro Ippico Casa Bassa (Siena). Guido, con la semplicità e l’immediatezza di chi ha la toscana nei modi, nei gesti e nelle parole, ci racconta dello scorso weekend.

jumping 728x90

[C.B.]: Sei reduce dalla vittoria in Gran Premio Young Rider a Gorla in occasione dello CSIO Giovanile. Com’è stata quest’esperienza?

[G.F.]: E’ andata bene! sono tornato contento a casa, soprattutto per l’ennesima conferma che ho avuto da Egbert (stallone KWPN baio di dieci anni da Warrant x Notaris) che per questa stagione sarà sicuramente il mio primo cavallo. Me l’ha affidato Piergiorgio Bucci quando eravamo al Vilamoura Tour, in Portogallo, durante lo scorso febbraio ed ho iniziato a portarlo in gara; ad oggi siamo a quota 4/5 uscite assieme quindi il nostro binomio è relativamente fresco, nonostante ciò abbiamo instaurato un certo feeling e le cose stanno andando bene, i risultati ci sono. Ho iniziato a portarlo in gara in categorie su 1.35m per arrivare poi nell’ultimo GP del Gold Tour ad Arezzo a 1.50/55m – lì ho commesso un errore ma più che altro dettato dall’inesperienza e non dai mezzi del cavallo.

 1

G. Franchi su Quixotic DC © A. Benna / EqIn

[C.B.]: Oltre a Egbert quali sono i tuoi cavalli di punta?

[G.F.]:Lacox, con cui ho vinto i campionati italiani, e Quixotic DC, con cui ho partecipato due volte a Piazza di Siena e si sta rivelando competitiva anche rispetto a categorie a tempo, in quanto è discretamente veloce… poi ne sto montando altri che stanno crescendo bene. Al momento monto sia nella scuderia della mia famiglia che da Matteo Giunti, a Firenze.

[C.B.]: Obiettivi futuri a stretto giro?

[G.F.]: Diciamo che sono in attesa di convocazioni, il primo obiettivo è Roma, ce lo diranno a breve. I posti sono centellinati e anche se sono andato bene lo scorso weekend non lo darei per scontato; anche Giacomo Casadei è molto competitivo, considerando il suo titolo olimpico potrebbe essere selezionato lui.

[C.B.]: Siete amici?

[G.F.]: Si, assolutamente. Ci siamo detti che ci piacerebbe rivederci lì… Dopo una volta che vai a Roma il desiderio di ritornarci è fortissimo; la prima volta quasi non ti sembra vero… io ci sono stato nel 2016 e 2017, quest’anno mi piacerebbe tornarci!

Guido Franchi © A. Benna / EqIn

[C.B.]: Una volta terminato il liceo non hai pensato di proseguire gli studi?

[G.F.]: Sinceramente no perché mi vedevo già proiettato nella professione del cavaliere, anche perché le cose stavano andando bene e vivendo anche periodi all’estero spesso e volentieri il proseguimento degli studi sarebbe stato impossibile, ed era già difficile da studente durante il liceo scientifico. Ora monto con la divisa dell’Esercito, cosa che reputo un grande onore, ne sono molto orgoglioso e mi concede una certa serenità; inoltre come ho già detto in un’altra intervista, ho un sogno nel cassetto… ma per ora è top secret, quindi nel cassetto è e nel cassetto rimane! Sperando che si avveri 😊

© Chiara Belliure – riproduzione riservata; foto, dove, non diversamente indicato, © A. Benna / EqIn

equitare-galoppo 336x280 3

HorseAngel 728x90 2

TAG

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA


Redazione EQIN
INVIA
Il sito è protetto da copyright!