ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

EQUESTRIAN INSIGHTS Salute e benessere del cavallo

Estate = pericolo disidratazione: accorgimenti per la salute del cavallo

Estate = pericolo disidratazione: accorgimenti per la salute del cavallo
Bozza automatica 9

Home 36

Condividi:
Print Friendly, PDF & Email

 

#focus

Home 35

Difficilmente abbiamo qualcosa da ridire quando il sole estivo splende e dunque abbiamo occasione di passare maggior tempo all’aria aperta con i nostri cavalli; tuttavia, dobbiamo sempre prestare attenzione al loro benessere, con un occhio di riguardo all’idratazione specie quando le giornate si fanno più calde. Oltre a cercare di evitare di montare durante le ore più calde della giornata, vi sono diversi accorgimenti da apportare per la salute dei nostri compagni a quattro zampe, siano essi impegnati nello sport, sia nelle attività ludiche.

Home 42

Con l’alzarsi delle temperature, infatti, la disidratazione può diventare un vero problema, tanto per il cavallo in allenamento quanto per l’animale al prato. È fondamentale che il cavallo venga adeguatamente idratato, in quanto l’idratazione svolge un ruolo fondamentale all’interno del processo di termoregolazione, ossia di mantenimento di una temperatura corporea costante. Per gli equini, così come per gli esseri umani, questo processo avviene attraverso la sudorazione della pelle. La secrezione di sudore comporta un’ingente perdita di acqua e sali minerali, ed è perciò necessario, per noi come per loro, reidratarsi, per compensare tale deficit.

jumping 728x90

Il cavallo si differenzia però dall’uomo per la composizione del proprio sudore: il sudore equino è infatti ad altissima composizione di sali, che devono essere reintegrati per mantenere l’organismo in funzione e l’animale in buona salute. Il corpo funziona conservando, per quanto più possibile, la stessa concentrazione di sali elettroliti all’interno e all’esterno delle membrane cellulari; quindi, se il cavallo si reidrata bevendo semplice acqua, il livello di elettroliti nelle cellule continuerà ad abbassarsi e questo genererà impatti negativi sulla condizione dell’animale. Si rende quindi più che doveroso considerare una reintegrazione specifica per quanto riguarda i sali minerali (ossia, gli elettroliti). Il primo integratore di questo tipo da tenere a mente è il semplice sale, ma sono presenti sul mercato svariati prodotti specifici, utilissimi proprio per mantenere e compensare ogni carenza di elettroliti nel cavallo, da utilizzare ogni volta che l’animale suda.

Ci sono poi altri piccoli ma importanti accorgimenti per assicurarsi che gli animali siano sempre ben idratati e in salute durante la calura estiva. Da considerare sono un’alimentazione bagnata/umida (pastoni), la somministrazione di oli e fibre e di integratori calibrati ad hoc per le necessità e il regime di vita del nostro cavallo. Per gli equidi che vivono stanziali a paddock, le zone all’ombra dove poter ripararsi sono assolutamente indispensabili: se non vi sono luoghi naturali dove possano sfuggire dal solleone (alberi ecc.), specie nelle ore più calde, vanno disposte e collocate per loro delle capannine/rifugi. Fondamentale la presenza costante di acqua, anche per gli equidi che escono a prato solo per qualche ora durante il giorno.

Sono diverse le condizioni patologiche che derivano da una carenza di cure ed attenzioni verso un cavallo disidratato: tra le quali troviamo l’ipertermia (colpo di calore) e la rabdomiolisi. Nel primo caso, il cavallo disidratato non è più in grado di abbassare la propria temperatura corporea a mezzo della normale sudorazione, mentre nel secondo la disidratazione ha come conseguenza disfunzioni circolatorie che portano all’aumento del livello di acido lattico nel sangue, comportando all’animale gravi dolori e difficoltà a muoversi.

Ma come riconoscere queste patologie e, soprattutto, come comportarsi?

Per quanto riguarda l’ipertermia, o colpo di calore, il cavallo presenterà respiro affannato e battito cardiaco accelerato, oltre ovviamente ad una temperatura corporea eccessivamente alta. Un altro segnale che precede un possibile colpo di calore è inoltre indicato dalla sua pelle, che si presenterà secca e calda al tatto, poco elastica. La prima raccomandazione, rilevati questi sintomi, è ovviamente quella di contattare immediatamente il proprio veterinario, che probabilmente consiglierà di portare il cavallo al riparo dal sole in uno spazio ben ventilato, ed eventualmente di ricorrere ad una coperta umida per aiutarlo ad abbassare la sua temperatura corporea. A seconda della gravità della situazione, potrebbe poi rendersi necessario reintegrare l’animale con dei fluidi, procedura che richiederà però la cooperazione dello specialista. Da non dimenticare mai le docciature: immediatamente post lavoro/movimento, sono importantissime per abbassare la temperatura corporea del cavallo: si parte dalle gambe e pancia, per poi passare (ed insistere) col getto d’acqua fresca sul collo e nell’interno coscia.

Guardando invece alla rabdomiolisi, anche comunemente nota come “malattia del lunedì mattina”, il cavallo indisposto potrebbe palesare sintomi abbastanza improvvisamente, anche durante un allenamento, presentandosi rigido, o con dei crampi, o anche rifiutando di muoversi. In questi casi, a differenza del colpo di calore, non è raccomandabile muovere o tentare di abbassare la temperatura corporea del cavallo, ma piuttosto può risultare conveniente tentare di scaldare i muscoli per aiutare l’animale a rilassarli ed invitarlo a bere acqua il più possibile, in tutti i modi. Il primo gesto utile, in tale situazione, dovrebbe comunque essere sempre quello di avvertire il proprio veterinario.

Questi gli accorgimenti e le raccomandazioni principali per affrontare al meglio l’estate in corso e soprattutto le intense ondate di caldo, non dimenticando mai che l’idratazione gioca un ruolo fondamentale per la salute del nostro cavallo durante tutto l’anno.

(10 agosto 2021) © Lucrezia Villa; riproduzione riservata; foto: © A. Benna / EqIn

equitare-galoppo 336x280 3

HorseAngel 728x90 2

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA


Redazione EQIN
INVIA
Il sito è protetto da copyright!