ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

NEWS Top Jumping Horses

Il Sella Italiano PSG Final speranza n.1 di O’Connor per le Olimpiadi

Bozza automatica 42
Bozza automatica 9

Home 36

Condividi:
Print Friendly, PDF & Email

 

26 maggio 2021 #topjumpinghorses

Home 35

Un gioiello di casa nostra, nel quale l’irlandese Cian O’Connor, suo cavaliere da gennaio 2019, ripone la speranza n.1 per i Giochi Olimpici di Tokyo: parliamo di PSG Final, in origine Tuliman della Caccia, sella italiano del 2010 da Toulon x Cassini I.

Home 42

Venduto da puledro alle Marschall Stables, ha gareggiato nelle categorie riservate ai giovani con Marcel Marschall e l’irlandese Jonathan Gordon prima di essere acquistato da Philipp Schildknecht e ribattezzato PSG Final. A quel punto (nel 2018), seguirono altri cambi di proprietà per il giovane e qualitativo castrone: da Max Kühner passò ad Edwina Tops-Alexander, per arrivare infine all’irlandese O’Connor (gennaio 2019). Quest’ultimo appare oggi davvero entusiasta di questo fantastico sella italiano, al punto che ieri ha condiviso attraverso i propri canali social delle riflessioni sulla propria attività insieme, non meno che tutte le proprie speranze per il futuro più prossimo, che vede la partecipazione alle Olimpiadi all’orizzonte…

jumping 728x90

Bozza automatica 41

PSG Final & Cian O’Connor archivio © A.Benna / EqIn

“Dalle scuderie – PSG Final in primo piano…
“PSG Final (o ‘Charlie’ come è noto) è diventato celebre per la prima volta ad alto livello da giovane, ad 8 anni nel 2019.
Avevo seguito i suoi progressi con Max Kühner ed era per me chiaro che era stato ben prodotto, aveva il temperamento per resistere sotto pressione ed era un cavallo speciale. Non dimenticate infatti che anche prima di saltare insieme a me aveva già realizzato con Max un giro netto nella FEI Nations Cup di Barcellona e si era piazzato secondo in Coppa del Mondo a Stoccarda.
Quando ho avuto la fortuna di acquistarlo, la prima cosa che mi ha colpito è stata la sua capacità di continuare a migliorare. Sembra superare ogni sfida o ostacolo. Ogni volta che gli faccio una domanda, risponde. Sotto pressione o nelle circostanze più intense, sembra prosperare nella grande occasione. Finora abbiamo avuto un rapporto di successo e godiamo di molti bei ricordi.
C’è stato un doppio netto in una delle categorie maggiori ad Aachen, poi di nuovo a Samorin, in Slovacchia, dove abbiamo vinto il Gran Premio. E ovviamente quel netto vitale nella finale della Nations Cup a Barcellona che ha contribuito a garantire un posto alla squadra irlandese alle imminenti Olimpiadi di Tokyo. Mentre inizialmente era più che altro un consistente performer, ora si è sviluppato in un cavallo veloce contro il tempo. Charlie è la mia speranza numero uno per Tokyo e sono entusiasta di costruirlo nelle prossime settimane. Sono fiducioso che il meglio debba ancora venire…”.

© Redaz. – riproduzione riservata; foto: PSG Final & Cian O’Connor archivio © A.Benna / EqIn

equitare-galoppo 336x280 3

HorseAngel 728x90 2

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA


Redazione EQIN
INVIA
Il sito è protetto da copyright!