ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

NEWS

Paradressage Internazionale di Somma Lombardo: un lungo elenco di vittorie azzurre

Condividi:
Print Friendly, PDF & Email

Grandi soddisfazioni per il tricolore in questo week-end di Internazionale di Paradressage a Somma Lombardo. Al Riding Club di Casorate Sempione l’Inno di Mameli è suonato moltissime volte in questi tre giorni di concorso che hanno visto schierarsi in campo le più grandi eccellenze della disciplina paralimpica.

Un lungo elenco di vittorie tra cui emerge quella in Coppa delle Nazioni, di venerdì 16 giugno, soprattutto perché è la quinta volta consecutiva che il team azzurro conquista il primo posto nel CPEDI di Somma Lombardo. Con una percentuale totale pari a 423,076 % ,numeri ottenuti con la somma del team test di venerdì e dell’individual championship test del 17 giugno, gli azzurri Sara Morganti con Royal Delight, Francesca Salvadè con Muggel 4, Federico Lunghi con Laudario e Alessio Corradini con Levinia 10 hanno ottenuto una vittoria schiacciante lasciando al loro seguito la Francia (411,856%), l’Austria (410,286%) la Russia (384,889%) e il Portogallo (356,702%).

Ancora vittorie nelle gare individuali. Arriva un’inequivocabile conferma della buona forma di Sara Morganti che in sella a Royal Delight con una percentuale di 74,464% ha vinto l’individual championship test, gara nella quale ha conquistato anche la piazza d’onore con Ferdinand di Fonte Abeti (71,190%).

Il Grado 3 ha visto brillare Francesca Salvadè e Muggel 4 che hanno ottenuto una bellissima vittoria con una percentuale del 69, 265%.

Nel Grado 5 è invece Alessio Corradini a far suonare l’Inno di Mameli ottenendo il vertice della classifica insieme a Levinia 10 con un punteggio del 68,254%.

A Somma Lombardo, oltre che alla gara internazionale, si sono disputati anche i Campionati Italiani Assoluti Tecnici del 2017.

Si conferma Oro nel Campionato Italiano tecnico di Grado I Sara Morganti in sella a Royal Delight lasciando a Elisa Pleabani e Calvin S l’Argento. Nel Grado II e nel Grado III indossano la medaglia d’oro, Maurizio Ungalli su Devotu e Francesca Salvadè in sella a Muggel, entrambi unici iscritti nella propria categoria. Podio completo nel Campionato Tecnico di Grado IV che ha visto la vittoria di Federico Lunghi e Laudario, l’Argento di Erica Barozzi su Tarco e il Bronzo di Ilaria Bocchi e Bekas’s Ladylover. Nel Grado V un solo Oro questa volta per Alessio Corradini e Levinia 10.

È con il freestyle che oggi si è concluso lo CPEDI 3* “XI Meeting Città di Somma Lombardo”, categorie nelle quali ancora una volta l’Italia è stata trionfante!

Partendo dal Grado V è proprio Alessio Corradini ad aggiudicarsi la vittoria, lasciandosi alle spalle Uruguay e Svizzera, con un punteggio di 72,500% sempre in sella a Levinia 10, prova che gli ha messo al collo un’altra medaglia d’oro per i Campionati Italiani freestyle. Grado 3 firmato da Francesca Salvadè e il suo Muggel 4 (72.722%), seguita dalla messicana Erika Baitenmann Haakh e dalla brasiliana Elisa Melaranci, anche per lei Oro nel Campionato freestyle. Sara Morganti non ha lasciato ai suoi avversari neanche il vertice della classifica del freestyle Grado I, vinto in sella a Royal Delight con 77.833%. Nel Grado I a seguire l’Oro della Morganti nel Campionato Italiano l’Argento di Denis Coku in sella a Donatello e il Bronzo di Giuseppe Pagani su Cignius. Sempre per quel che concerne i Campionati Italiani Freestyle nel Grado II c’è l’Oro di Maurizio Ungalli e Devotu e nel Grado IV la vittoria di Erica Barozzi su Tarco e la Piazza d’onore di Federico Lunghi e Laudario.

Un concorso, questo organizzato dal Riding Club di Casorate Sempione, unico nel suo genere, totalmente gratuito per gli atleti e i loro cavalli che rimane, purtroppo, ancora il solo internazionale di Dressage Paralimpico ospitato in Italia. La considerazione dello show director Danilo Maestrello “I numeri elevati – ha dichiarato – e l’alto livello dei partecipanti hanno reso speciale questa edizione. Unico punto debole, un po’ di polvere, non avendo ancora ottenuto la concessione per adeguare i campi alle moderne necessità della sabbia silicea. A parte questo, sono soddisfatto e ringrazio tutti i collaboratori, che più che altro sono volontari. E’ proprio questo il segreto dello CPEDI di Somma Lombardo: tutto il team organizzatore lavora con il cuore e gli atleti ci mettono la volontà” (fonte: FISE).

I nostri atleti hanno dimostrato ampiamente il loro valore distinguendosi in tantissime categorie, soprattutto quelli impegnati nella gara a squadre che, oltre ad aver vinto la Coppa delle Nazioni, sono riusciti a ottenere ben nove vittorie individuali. Grande orgoglio per la Federazione Italiana Sport Equestri e soprattutto per tutti gli amanti di questo sport e di questa disciplina.

©D.M. – riproduzione riservata; fonte principale e foto via FISE © Paolo Biroldi: Gli azzurri insieme al selezionatore Ferdinando Acerbi e al Vice presidente federale Alvaro Casati

TAG

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA


Redazione EQIN
INVIA
Il sito è protetto da copyright!