ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

NEWS

Coppa del Mondo Bordeaux, Guerdat ancora in vetta

Coppa del Mondo Bordeaux, Guerdat ancora in vetta
bac 728x90

Condividi:

09 febbraio 2020 #news

goldspan_728x90

mascheroniselleria 728x90

Ieri sera il campione elvetico Steve Guerdat ha lasciato la platea stupita per la sua brillante vittoria nella tredicesima tappa della Longines FEI Jumping World Cup ™ 2019/2020 Western European League a Bordeaux in Francia.
In sella all’infuocato sauro Victory Des Frotard, con il quale aveva in precedenza ottenuto anche una superba vittoria nella tappa di Basilea, all’inizio del nuovo anno, ha realizzato un barrage straordinario: non poteva essere raggiunto nonostante i migliori sforzi dei nove binomi partecipanti: secondo classificato il tedesco Daniel Deusser su Jasmien v. Bisschop e terzo il belga Niels Bruynseels con Ilusionata van’t Meulenhof.

saferiding 728x90

 1

L’uomo che ha conquistato e mantenuto il primo posto al mondo per tutto il 2019 e che questo mese lo ha rivendicato, dopo che il connazionale Martin Fuchs glielo aveva strappato a gennaio, non può certo sbagliare in questo momento. Ieri sera tutto si è svolto magnificamente per la stella elvetica e per il coraggioso Victorio la cui fiducia sembra aumentare gara dopo gara. Il galoppo del cavallo fino all’ostacolo finale è stato a dir poco mozzafiato, e Victorio si sta rivelando una vera scoperta per i prossimi Giochi Olimpici.

HorseAngel 728x90

jumping 728x90

Il tre volte campione della Longines FEI Jumping World Cup™ ha dichiarato in conferenza stampa, in merito al cavallo che è sotto la sua sella da circa la metà dell’anno scorso:
“È come un purosangue quando lo vedi trotterellare in giro – non ti aspetti molto – ma non appena lo lasci fare ha una grande falcata! Ora si sente davvero bene, e questo mi dà la sicurezza di spingere e attaccare i salti ancora di più”.

Nell’arena di Bordeaux ieri sera c’erano 10 contendenti a misurarsi sul terreno di casa tra i 38 partecipanti; tuttavia, solo uno dei cavalieri francesi, la medaglia d’oro a squadre alle Olimpiadi di Rio 2016 e campione europeo individuale nel 2013, ossia Roger Yves Bost, ha avuto accesso al barrage. E la platea di casa si è scatenata quando, per la seconda volta, ha fissato l’obiettivo del tempo da battere con un’altra brillante prestazione in sella alla sua fedele 14enne Sangria du Coty (32,96 secondi). Tuttavia, sesto a partire nella 2^ parte della gara, il vincitore a Stoccarda Pieter Devos ha avuto la meglio con una grande gara di Apart in 32.23 secondi, fissando il nuovo time to beat.

Guerdat ha facilmente raccolto la sfida: Victorio ha risposto ad ogni sua indicazione, in tutti i salti, saltando come un gatto. E quando il binomio elvetico ha oltrepassato il penultimo salto e Guerdat ha chiesto di accelerare, ha ottenuto tutto ciò che chiedeva e molto altro ancora. Il tabellone ha mostrato 30,82 secondi mentre i due chiudevano il loro spettacolare giro. Il tedesco Deusser non si è fatto intimidire con la sua cavalla grigia di 11 anni Jasmien (31″.59) e il belga Bruynseels è stato l’ultimo a cercare di spingere Guerdat fuori dalla pole position. Ma nonostante una grande prova, il tempo di 31″.71 è stato per lui utile solo per il terzo posto.

Deusser ha confermato ieri sera in conferenza stampa che ha in programma di portare Jasmien alla finale di Longines 2020 a Las Vegas, negli Stati Uniti, ad aprile. È ben qualificato, al quinto posto in classifica provvisoria del girone occidentale-europeo dopo la prestazione impressionante di Bordeaux. Guerdat invece intende ancora portare Venard de Cerisy in finale, nonostante tutti i buoni risultati che di recente ha ottenuto con Victorio. “Voglio attenermi al mio piano originale”, ha detto l’uomo che si propone di diventare il primo cavaliere in assoluto a vincere quattro titoli di Coppa del Mondo. Vinse la Finale del 2019 in sella ad Alamo, ma il cavallo è recentemente tornato dal suo proprietario messicano e in futuro gareggerà con Gerardo Pasquel Mendez – +info: clicca qui. Parlando proprio di questo cavallo, con cui ha iniziato a gareggiare nell’autunno del 2017, Guerdat ieri sera ha detto:
“Alamo aveva un posto importante nella nostra squadra e faceva parte della nostra famiglia, ma fin dall’inizio sapevo che sarebbe tornato a Gerardo. Avrebbe dovuto lasciarci un anno fa, quindi abbiamo avuto un anno in più ed è stato grandioso. È stato difficile separarsi da lui ma sono felice di sapere dove si trova e conosco il suo  cavaliere, cosa che rende la separazione sempre un po’ più facile – ma ci manca!” (Steve Guerdat cit.).

Il campione in carica non parteciperà alla quattordicesima ed ultima tappa di Coppa del Mondo a Göteborg, in Svezia, in programma tra due settimane, ma la pressione sarà ancora immensa, con quegli ultimi sfuggenti punti di qualificazione in palio: molti sono i cavalieri che ancora li inseguono.

Ehning firma la Coppa del Mondo di Madrid. Bicocchi ai piedi del podio

CURRENT STANDINGS dopo la 13^ tappa a BORDEAUX (FRA)

© a cura di redaz.; riproduzione riservata; fonte principale: Comunicato Stampa FEI / L. Parkes; in copertina Steve Guerdat, vincitore della Longines FEI Jumping World Cup™ 2019/2020 Western European League series con Victorio Des Frotards a Bordeaux (FRA) (FEI/© Richard Julliart)

Condividi:
denirobootco 728x90 1

TAG

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Tutto il sito è protetto da copyright!