ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

NEWS

FEI Dressage World Cup di Neumünster vince la Werth, ma la Reynolds sventa la supremazia tedesca

FEI Dressage World Cup di Neumünster vince la Werth, ma la Reynolds sventa la supremazia tedesca
Bozza automatica 9

Home 36

Condividi:
Print Friendly, PDF & Email

18 febbraio 2019 #news

Home 35

L’indiscussa regina del Dressage, Isabell Werth, ha vinto ieri con uno strepitoso 86.810% la nona e penultima tappa della FEI Dressage World Cup ™ 2018/2019 della Western European League in casa a Neumünster (GER) con la sua pluridecorata cavalla Weihegold OLD.

Home 42

In un giorno in cui la star tedesca e i suoi esperti connazionali hanno conquistato sei dei primi sette posti in una competizione super-calda, l’irlandese Judy Reynolds ha suscitato le speranze e i sogni degli appassionati di tutto il mondo strappando il terzo posto con il suo geniale castrone Vancouver K.
Werth e la sua super-cavalla stanno difendendo il doppio titolo della FEI Dressage World Cup ™ che hanno conquistato con la vittoria a Omaha (USA) nel 2017 e di nuovo a Parigi (FRA) la scorsa stagione. Ieri mattina hanno preso il comando al penultimo posto e i loro avversari più vicini sono stati i vincitori del Neumünster del 2018 Helen Langehanenberg e Damsey FRH con un punteggio di 83.825% valido per il secondo posto. Questo ha spinto Reynolds e il piccolo castrone di razza olandese che chiama JP al terzo posto, risultato sensazionale per la coppia che batte la bandiera di un paese amante del cavallo e che si sta davvero svegliando solo con l’eccitazione della disciplina del Dressage. Sabato sono stati il primo binomio irlandese a salire sul podio in un Gran Premio della Lega dell’Europa occidentale e ieri hanno battuto il record irlandese tra i record internazionali Freestyle che si erano aggiudicati ad Amsterdam (NED) il mese scorso con 82.750% a tabellone. “Mi stavo allenando nell’arena questa mattina alle 6, e Patrick (suo marito n.d.t.) ed io stavamo chiacchierando prima di metterci al lavoro, ci chiedevamo se la gente dicesse “se riesce a entrare nel mezzo dei tedeschi, allora forse lo posso anche io!” ha dichiarato la Reynolds. “JP è un “pony” relativamente normale ma entra e li scuote un po’!” ha aggiunto ieri con una risata.
Si è temporaneamente inserita nella seconda posizione dietro a Werth, la cui esibizione è stata accolta da un boato di approvazione da parte della competente folla di Neumünster.

jumping 728x90

FEI Dressage World Cup di Neumünster vince la Werth, ma la Reynolds sventa la supremazia tedesca

WERTH Isabell (GER), Weihegold OLD
Neumünster – VR Classics 2019
Grand Prix Kür/Freestyle CDI-W
FEI Dressage World Cup™ präsentiert von der VR Bank Neumünster
17. Februar 2019
© www.sportfotos-lafrentz.de/Stefan Lafrentz

“È eccezionale – è come andare in un hot-spot e c’è un’emozione speciale qui, persone speciali, spettatori speciali, che ci supportano tutto il tempo” ha dichiarato la vincitrice Isabell Werth. Il pubblico si è goduto ogni momento e la signora che ha vinto il primo dei suoi quattro titoli di Coppa del Mondo a Göteborg (SWE) nel 1992 con Fabienne, ora ha in programma di dare una pausa a Weihegold OLD; il mese prossimo porterà per l’ultima gara a ‘s-Hertogenbosch (NED) Emilio, come una sorta di polizza assicurativa. “Nel caso, è sempre bene avere due cavalli qualificati!”, ha detto la multi-campionessa che tornerà nella città svedese (dove ha firmato quella prima vittoria memorabile 27 anni fa), per difendere il suo titolo ad aprile.

Il secondo posto è andato a Helen Langehanenberg che lascia la sua seconda posizione nella classifica della Western European League, dietro alla connazionale Dorothee Schneider che ha chiuso 5^ con Sammy Davis Jr proprio nel giorno del suo 50esimo compleanno.

Gaudiano Again! Bene anche nella 155 di Coppa del Mondo

Il più grande dilemma che il team manager tedesco Monica Theodorescu ha ora è quello di decidere quali due tra i cinque atleti tedeschi attualmente nel gruppo di testa si uniranno alla Werth in Finale, perché ad ogni nazione è permesso schierare al massimo tre binomi. Il risultato di oggi lascia la Reynolds ai margini della zona di qualificazione, dove solo i primi nove di questa lega resteranno in gioco. Un’altra buona gara all’ultima tappa di ‘s-Hertogenbosch dovrebbe consacrarla come la donna irlandese la cui nuova musica in stile Freestyle sta facendo impazzire giudici e spettatori. Questa è stata per loro la terza volta in cui si sono esibiti sulle note della colonna sonora di “Lord of the Dance” e, a 17 anni, la Vancouver K, a volte stravagante, sembra ancora crescere in agio e sicurezza sul ring. “JP non è mai stato così in forma come adesso! Non era noi nostri piani disputare così tante gare così vicine, ma questo sembra che si adatti meglio e che lui lo ami! “, Ha dichiarato la Reynolds che, come rappresentante esclusivo dell’Irlanda a questo livello nella disciplina in questo momento è fonte di ispirazione per molti altri nel suo stesso Paese, per cercare di essere il meglio di ciò che possono essere.

©Comunicato stampa FEI / Shannon Gibbons; trad. it. a cura di A.B. – riproduzione riservata; foto in copertina Werth & Weihegold OLD ©FEI/Stefan Lafrentz

equitare-galoppo 336x280 3

HorseAngel 728x90 2

TAG

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA


Redazione EQIN
INVIA
Il sito è protetto da copyright!