ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

EQUESTRIAN INSIGHTS Equestrian Life & People

L’importanza della preparazione atletica dei cavalieri negli sport equestri

L’importanza della preparazione atletica dei cavalieri negli sport equestri
Condividi:
Print Friendly, PDF & Email

 

#focus

Negli ultimi tempi è aumentata la consapevolezza nella comunità equestre che anche i cavalieri debbano seguire un adeguato programma di allenamento, per evitare di incorrere rischi di infortuni in primis ma anche per ottimizzare e migliorare le proprie prestazioni in sella. Tutt’oggi sono numerosi i cavalieri che si affidano ad un personal trainer ed in questo articolo ne sapremo di più.

L’equitazione è uno sport  tecnicamente complesso, che si svolge prevalentemente outdoor, di tipo individuale, aciclico, a catena cinetica chiusa (dove le estremità distali sono vincolate dalle redini e dalle staffe), ma anche open skill (influenzato da molteplici variabili, mai uguali, dove  il cavaliere si deve rapportare a se stesso, al cavallo ed all’ambiente circostante). 

Troppo spesso ci si concentra  sulla preparazione fisica  dei nostri cavalli sportivi, non curando con la stessa attenzione la preparazione fisica dei cavalieri, ma dobbiamo ricordarci che Il binomio è composto da due partner, seppur di specie differenti, i quali devono essere ENTRAMBI atleti. 

Un cavaliere allineato nei distretti corporei, preparato fisicamente, con articolazioni mobili e supportate  adeguatamente da una muscolatura tonica, forte ed elastica, oltre a possedere una maggior consapevolezza corporea, avrà anche una migliore coordinazione (elemento fondamentale per l’indipendenza degli aiuti). Saranno implementate anche l’efficienza cardiovascolare, la posizione in sella, l’agilità e l’equilibrio. Si beneficerà inoltre di una minor rigidità e maggior fluidità nei movimenti sinergici durante il gesto sportivo che allontaneranno il rischio di infortuni ed algie rachidee, in estrema sintesi la sua performance risulterà ottimizzata.

L’allineamento e la simmetria in sella sono fondamentali ai fini di una corretta gestione del cavallo. Un cavaliere che è in grado di mantenere la propria simmetria, durante tutte le andature, nelle traiettorie e nelle parabole dei salti che comportano variazioni di equilibrio, avrà sotto di sé un cavallo equilibrato, leggero sulle spalle,  rispondente, ma soprattutto simmetrico. Tutto ciò grazie all’assenza o alla riduzione al minimo di pressioni e/o movimenti involontari dovuti al poco controllo della posizione, che nel tempo potrebbero generare rigidità nel nostro compagno.

L’equitazione è uno sport tecnicamente complesso, in cui le capacità coordinative, oltre a quelle condizionali del cavaliere giocano un ruolo di estrema rilevanza. Per questo motivo la performance sportiva di alto e medio livello nell’attività agonistica richiede necessariamente un’adeguata preparazione fisica di base, ma in primis posturale.

(30 marzo 2024) © M. Colizzi: Dottore in Scienze Motorie, Docente Fise U.D.18 , mezierista, insegnante di Pilates, specialista della postura, allenatrice, amazzone di 1°grado FISEe creatrice del Programma Rider’s Performance Method™; foto: © M. Proli

Redazione EQIN
INVIA
Il sito è protetto da copyright!