ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

EQUESTRIAN INSIGHTS Salute e benessere del cavallo

Perché alcuni cavalli amano rosicchiare il legno?

Perché alcuni cavalli amano masticare il legno?
Condividi:
Print Friendly, PDF & Email

 

#focus

Alcuni cavalli masticano con vero piacere qualsiasi pezzo di legno sul quale riescano ad avvicinarsi, sia nei box, sia a paddock. Vale la pena notare che la masticazione del legno non è tipicamente osservata tra i cavalli selvaggi, quindi questo è un comportamento che in genere riguarda i cavalli domestici. Un’interessante spiegazione, con annesse possibili soluzioni, la fornisce la dott.ssa Clair Thunes, nutrizionista equina della Clarity Equine Nutrition, con sede a Gilbert, in Arizona.

La “vorace” masticazione del legno delle scuderie e delle recinzioni delle staccionate può essere il risultato della mancanza di fibre nella dieta o ha ragioni comportamentali, dovute alla noia o allo stress? Detto altrimenti, la causa riguarda principalmente motivi connessi all’alimentazione o è considerabile una variante di uno dei vizi redibitori più diffusi, ossia il ticchio d’appoggio?

I cavalli tenuti in box o paddock, isolati da altri cavalli o nutriti principalmente con concentrati senza abbastanza fibre, utili anche a farli masticare per un lungo periodo di tempo, possono di certo annoiarsi e masticare il legno per trovare qualcosa da fare. Ciò tuttavia vale anche per i cavalli che trascorrono parecchie ore all’aperto, specie quando i prati sono radi e scarsi come accade d’inverno: pertanto l’aumento di fieno può certamente aiutare ad arginare questo problema, afferma Clair Thunes. Una volta che il veterinario ha escluso qualsiasi problema medico o connesso a carenze nell’alimentazione, si può iniziare ad affrontare il problema esplorando le cause comportamentali.

Per ciò che riguarda lo specifico dei cavalli stabulati, che, sempre a causa del clima più rigido o per infortunio, hanno magari meno possibilità di muoversi, è stato osservato che oltre a rosicchiare il legno alcuni mangiano i trucioli delle lettiere, altri addirittura le proprie feci. Sono questi fenomeni comportamenti più che problemi alimentari, connessi all’aumento dello stress che ogni cavallo gestisce, o non gestisce, in maniera diversa: anche in questo caso, prendere in considerazione la messa a disposizione di ulteriore fieno in rete (strumento che impone un’assunzione lenta, più simile a come in natura si nutre il cavallo) di certo aiuterebbe a fronteggiare i periodi nei quali è la noia per impossibilità di movimento a farla da padrone.

Attenzione però: alcuni cavalli potrebbero aver imparato a rosicchiare il legno dai compagni di scuderia o di pascolo. Come i bambini, provano quello che stanno facendo altri compagni, anche se non ci avrebbero mai pensato da soli, e l’abitudine poi rimane. Questa è una situazione un po’ più complicata quando arriva il momento di togliere al cavallo il vizio di masticare il legno, perché potrebbe essere necessario coinvolgere più di un cavallo e certamente di evitare la compagnia di quelli in cui l’abitudine si è ormai instaurata: valgono qui le stesse accortezze che si adottano per il ticchio d’appoggio (+ info: clicca qui).

Resta fermo il fatto che consentire ai cavalli di vivere nel modo più naturale possibile con altri compagni, all’aperto con molta erba o fieno in abbondanza, può aiutare a prevenire la masticazione del legno.

© Redaz.; riproduzione riservata; fonti: thehorse.com; thesprucepets.com/; horsejournals.com; foto © EqIn

 

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA


Redazione EQIN
INVIA
Il sito è protetto da copyright!