ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

NEWS

Salto ostacoli a 5 stelle – CSIO Spruce Meadows: facciamo il punto

Bozza automatica 9

Home 36

Condividi:
Print Friendly, PDF & Email

11 settembre 2017 #news

Home 35

Anche questa edizione dello CSIO 5* di Calgary – Spruce Meadows Masters – si è conclusa. Ieri la categoria che ha calato il sipario sull’ambitissimo concorso del circuito Rolex Grand Slam è stato il Gran Premio Rolex, con ostacoli ad 1.70 mt di altezza, gara tra le più difficili al mondo. Nella categoria a due manches sono stati ben cinque gli italiani nell’ordine di partenza: Giulia Martinengo Marquet  in sella a Fine Edition (25° posto nella classifica con 43 binomi al via), Paolo Paini in sella a Ottava Meraviglia Cà San Giorgio (34°), Juan Carlos Garcia e Gitano V Berkenbroeck (14°), Lorenzo De Luca con Limestone Grey (ritirati) e, infine, il miglior binomio in campo, Emilio Bicocchi in sella a Sassicaia Ares che ha chiuso al quarto posto questa importantissima e complessa gara  (0/4; 65″:82), vinta dal tedesco Philipp Weishaupt in sella a LB Convall (unico doppio percorso senza errori), seguito dall’amazzone portoghese Luciana Diniz con Fit For Fun 13 e, al terzo posto, lo statunitense Mclain Ward con HH Azur. Appena un gradino sotto il podio il nostro Emilio Bicocchi che, dopo una Coppa delle Nazioni non molto positiva si è dunque riscattato salendo in alto nella seconda gara più importante di questo concorso canadese.

Home 42

Classifica GP ‘International’ presented by Rolex: clicca qui

jumping 728x90

Da porre in evidenza il week end di successi realizzati in Canada per Juan Carlos Garcia che, nonostante non sia riuscito a salire nella Top Ten in GP, in sella a Cocodrillo ha portato a casa la vittoria della Sei Barriere del venerdì ex aequo con il brasiliano Pedro Junuqeira Muyilaert, arrivando a saltare l’altezza di 2.03 mt (classifica: clicca qui), e della grossa del giovedì (1.60 l’altezza di un ordinario GP; + info: clicca qui).
Lorenzo De Luca (questo mese Piazza d’Onore del Ranking FEI), è riuscito a classificarsi nei primi 10, precisamente al nono posto, nella grossa di venerdì 8 settembre, (1.60 mt con 31 partenti: clicca qui). Da sottolineare inoltre (nonostante l’assenza di piazzamenti in classifica), il buon andamento di Giulia Martinengo Marquet che a Calgary ci ha regalato buone prove con Fine Edition, fin dall’inizio, nella complessa Cana Cup (1,60 mt) di giovedì 7 settembre.
Un concorso che ci lascia dunque con il sorriso grazie ai risultati individuali, nonostante l’ottavo (ultimo) posto in Coppa delle Nazioni di sabato 9 settembre (clicca qui): lo CSIO a 5 stelle di Calgary è stata un’altra determinante prova della bella equitazione e del buon livello di competitività dei nostri cavalieri.

©D.M.- Riproduzione riservata; foto archivio ©A.Benna: Emilio Bicocchi & Sassicaia Ares

equitare-galoppo 336x280 3

HorseAngel 728x90 2

TAG

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA


Redazione EQIN
INVIA
Il sito è protetto da copyright!