ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

NEWS

Tiriamo le somme sui buonissimi risultati internazionali degli azzurri nel weekend

Condividi:
Print Friendly, PDF & Email

Un altro week-end di risultati per i cavalieri azzurri impegnati nei diversi campi internazionali. Vittorie importanti, grandi piazzamenti… tanto orgoglio per il tricolore!

Partendo dal concorso austriaco, a Linz, la squadra italiana ha conquistato la vittoria in Coppa delle Nazioni, all’interno del circuito Europe Division 2. Emanuele Gaudiano in sella a Chalou dopo un’apertura di gara titubante, con tre errori, reagisce chiudendo la seconda manche con un bellissimo netto. Importanti i percorsi di Davide Sbardella e Triomphe van Schuttershof (1/0) che hanno lasciato margine agli altri due concorrenti in gara. Grazie al netto di Luca Maria Moneta e Herold in prima manche l’Italia inizia a credere nella vittoria, scartando il percorso di Gaudiano abbiamo chiuso con due penalità, quella di Sbardella e quella dell’ultimo italiano in gara, Luca Marziani che ha terminato il primo percorso con solamente un punto per il superamento del tempo massimo. Nella seconda manche Luca Moneta, con uno 0, avrebbe potuto portare l’Italia direttamente al primo posto ma, a causa di una fermata di Herold, è il percorso di Luca Marziani a diventare quello decisivo. Grande tensione che si è sciolta con un grandissimo urlo di esultanza quando Tokyo du Soleil ha passato la fotocellula terminando la sua prova senza errori. È l’Inno di Mameli a risuonare nell’arena di Linz durante la premiazione della Coppa! E non è finita qui: Luca Marziani ha continuato a regalare soddisfazioni con una sesta posizione nella 1.50/1.55 a fasi (0/0), Davide Kainich e Luca Moneta finiscono al 10° e 11° posto a causa del superamento del tempo massimo. Nella 1.45 Emanuele Gaudiano conquista la Piazza d’Onore, seguito al 3° posto da Melissa Vanzani, doppio zero e tanta felicità per un piazzamento così importante in uno CSIO di così grande prestigio. L’Italia non manca neanche nel Gran Premio della domenica dove a spiccare è stata la gara di Claudio Delnevo che con un errore in barrage si è classificato al 7° posto della classifica finale.

A Versailles, nel concorso internazionale a cinque stelle firmato Rolex, a portare in alto la bandiera italiana è stato il grande Alberto Zorzi: terzo posto nel GP Renault (0/0) con Rackham’Jo, quarto posto nel GP Rolex in sella a Cornetto K, con altri due percorsi netti. Un errore nel percorso base sia per Piergiorgio Bucci con il suo Casallo Z, che per Lorenzo De Luca in sella a Halifax van het Kluizebos, errori che hanno escluso i due binomi dal barrage.

A Manheim, in Germania, a rappresentare l’Italia nel CSI a 3*, la velocissima Giulia Martinengo Marquet che, in sella a Pop Lady d’Elle, ha vinto la 1.40 a tempo del sabato, seguita all’undicesimo posto da Emilio Bicocchi e Call Me. Buone le premesse per il GP in programma per oggi, 9 maggio: non ci resta che aspettare (timetable & results: clicca qui).

Non solo Salto Ostacoli: a Chantilly, in Francia, si è giocata ieri la finale del Campionato d’Europa femminile del Polo. La squadra che apre l’Albo d’Oro, essendo il Campionato alla sua prima edizione, è l’Italia. A trionfare sono state Ginevra Visconti Bassetti, Maria Vittoria Marchiorello, Ginevra d’Orazio e Costanza Marchiorello. Non si può non essere entusiasti di questa vittoria tutta al femminile.

Tirando le somme un’altra settimana molto positiva per l’Italia e i suoi atleti che, in questa stagione, stanno dimostrando grande competenza e competitività. Siamo solo all’inizio ma gli ingredienti per il successo ci sono tutti!

©D.M. – Riproduzione riservata; foto di copertina Italy Team a Linz-Ebelsberg © FEI/Sibil Slejko fonte FISE

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA


Redazione EQIN
INVIA
Il sito è protetto da copyright!