ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

NEWS

Gran Premio Città di Roma all’Olanda, ma Zorzi e De Luca eccellenti

Condividi:
Print Friendly, PDF & Email

28 maggio 2017

È stato l’inno olandese a risuonare oggi nella grande arena dell’85^ edizione dello CSIO di Roma Intesa Sanpaolo Piazza di Siena-Master Fratelli D’Inzeo: Jur Vrieling ha conquistato il Gran Premio Loro Piana Città di Roma in sella allo stallone belga di 11 anni Vdl Glascow Vh Merelsnest, unico binomio a chiudere entrambe le manches senza errori (50.32 sec): per la prima volta un cavaliere olandese viene dunque iscritto nell’Albo d’Oro del Gran Premio. In conferenza stampa si è dichiarato “super felice” di questo risultato, che va a sommarsi a quello ottenuto con la sua squadra in Coppa delle Nazioni (la Piazza d’Onore): “Un percorso bellissimo e impegnativo dove per saltare bene l’ottanta per cento è merito del cavallo e il venti per cento del cavaliere”.  “Giorni fantastici” quelli trascorsi dal cavaliere olandese a Piazza di Siena: con un grande sorriso oggi ha anche detto di perdonare l’applauso del pubblico di Roma al suo errore in Coppa delle Nazioni: “sapevo che l’Italia non vinceva da tantissimo tempo e la stessa cosa è accaduta a noi l’anno scorso a Rotterdam, dove non vincevamo da 15 anni. Quindi capisco benissimo. Questo è il bello dello sport”.

Jur Vrieling & Vdl Glascow Vh Merelsnest

I vincitori del Gran Premio Loro Piana Città di Roma Jur Vrieling & Vdl Glascow Vh Merelsnest

Gli azzurri hanno meritato la seconda e la terza posizione nel Gran Premio: la Piazza d’onore è stata di Alberto Zorzi che, sotto la divisa dell’Esercito Italiano e in sella ad una “calda ma non nervosa” Fair Light van T Heike (Zorzi cit.), ha deliziato il pubblico con un percorso incredibilmente tecnico e veloce (45″.92), chiudendo con cinque secondi in anticipo su Vrieling, commettendo però un errore sull’ultimo verticale Loro Piana, errore che gli è purtroppo costato la vittoria.

Alberto Zorzi & Fair Light van T Heike

 

In conferenza stampa un Alberto Zorzi ovviamente amareggiato ma complessivamente sereno, ha ripercorso l’accaduto ed elogiato ancora una volta, come ha fatto in varie occasioni in questi giorni, la sua cavalla belga, che ha concluso “tre netti su quattro giri, tra oggi e la Coppa”. In conclusione si è detto davvero contento per come stanno andando le cose, e come dargli torto? Al di là dell’errore, oggi abbiamo tutti assistito ad una bellissima equitazione, tale e tanto di livello che in Villa Borghese il gremito pubblico letteralmente in visibilio non voleva credere all’errore, errore che ha purtroppo risvegliato tutti dal sogno di poter tornare a vincere anche il Gran Premio Roma.

Lorenzo De Luca e Ensor de Litrange LXII

Lorenzo De Luca e Ensor de Litrange LXII

Lorenzo De Luca

E questo anche perché pure il terzo posto di questa gara così amata e attesa dal pubblico di Villa Borghese è stato ancora azzurro, grazie ad un’altra performance meravigliosa, quella dell’Aviere Scelto Lorenzo De Luca in sella a Ensor de Litrange LXII, anche lui autore di un velocissimo (46″32) secondo round; un errore anche per lui, questa volta sul penultimo ostacolo, l’Oxer Longines, nella gara con 48 binomi al via, 12 dei quali hanno avuto accesso alla seconda manche. Doppia premiazione per Lorenzo De Luca, il numero 6 del Ranking mondiale FEI di Salto Ostacoli, che quest’anno a Roma ha ricevuto anche il premio speciale Master Fratelli d’Inzeo grazie al secondo posto ottenuto sabato 27 maggio nel Piccolo Gran Premio e al terzo posto di oggi in Gran Premio. Il cavaliere azzurro ha infatti conseguito il punteggio più alto nella speciale classifica a punti stilata per assegnare il premio dedicato ai due grandi cavalieri scomparsi, ai quali dall’edizione 2014 è intitolato il concorso. De Luca si è detto “molto orgoglioso di aver ricevuto questo premio. I fratelli d’Inzeo sono la storia di questo sport e io ho l’onore di conoscere molto bene la famiglia. Per quanto riguarda la gara peccato per quell’errore al penultimo ostacolo. Alberto ed io potevamo essere primo e secondo e invece ci ritroviamo secondo e terzo, ma non si butta di certo un risultato così in una gara di altissimo livello”.

Al secondo round abbiamo inoltre visto rientrare in campo ben quattro azzurri: oltre a Zorzi e De Luca sul podio, Emanuele Gaudiano e Caspar 232 (1/5) e Giulia Martinengo Marquet con Fine Edition (1/8). Il Gran Premio Città di Roma Loro Piana ha coinvolto numerosi spettatori che hanno partecipato attivamente, con vero entusiasmo, dalla ricognizione alla fine del Giro d’onore, motivati sicuramente anche dall’orgoglio e la gioia di rivedere così spesso in premiazione atleti azzurri. Grandissimi i campioni che si sono sfidati sul tracciato disegnato da Uliano Vezzani, un percorso che con le sue difficoltà e insidie tecniche (come dev’essere, giustificate dall’alto livello e prestigio sia del concorso che dei cavalieri iscritti) ha messo diverse volte alla prova i cavalieri in gara.

Giorni positivi per l’Italia che ha collezionato diverse vittorie durante l’85° CSIO. Piazza di Siena 2017 ci lascia con molte soddisfazioni ed una certezza: quella per la quale non è più possibile mettere in dubbio la competitività degli atleti italiani che continuano a dare conferme concorso dopo concorso.

Clicca qui per la classifica completa del Premio 10 – LORO PIANA GRAN PREMIO “CITTÀ DI ROMA”

© D.M. e B.S.; Riproduzione riservata; foto ©A. Benna

 

 

TAG

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA


Redazione EQIN
INVIA
Il sito è protetto da copyright!