ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

NEWS

Pandemia e competizioni: il modello Zaia

Pandemia e competizioni: il modello Zaia
bac 728x90

Condividi:

14 novembre 2020 #news

goldspan_728x90

mascheroniselleria 728x90

Nei casi di competizioni sportive che si svolgono nel territorio regionale in conformità alle disposizioni del DPCM
3.11.2020 e ss.mm., gli sportivi partecipanti alla competizione e gli accompagnatori provenienti da altre Regioni accedono
all’impianto sportivo purché muniti di certificazione dell’avvenuta effettuazione di test con esito negativo non anteriore a 72 ore
precedenti rispetto alla competizione agonistica” (ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE VENETO, n. 151 del 12 novembre 2020).

saferiding 728x90

Questo recita il testo dell’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale veneta in vigore dalla mezzanotte di ieri, 13 novembre, sino a al 22 novembre prossimo. Un’ordinanza del governatore Luca Zaia destinata ad aprire un dibattito non indifferente, anche nel mondo equestre in merito allo svolgimento dei concorsi ippici, tra i pochi eventi sportivi a non aver subito ad oggi uno stop radicale.

HorseAngel 728x90

jumping 728x90

Il modello Veneto certamente è severo ma potrebbe diventare, visto il trend pandemico, una carta vincente ed un valido suggerimento da applicare a livello nazionale? Potrebbe essere questo il modo per scongiurare uno stop dei concorsi entro poche settimane (se la curva della diffusione dei contagi non invertirà velocemente la sua rotta)? Certamente questo provvedimento va letto come qualcosa teso ad evitare pericoli per tutti i soggetti coinvolti (e sono molti, anche a porte chiuse, ossia senza presenza di pubblico) e non come un ulteriore aggravio per i Comitati Organizzatori.

Ricordiamo infatti che oggi più che mai i concorsi ippici sono principalmente dei luoghi di lavoro per i cavalieri che vi partecipano e per i Centri che organizzano gli eventi: ad oggi non sono state fermati dall’ultimo DPCM, come invece è accaduto per molte altre attività, e di certo bisogna studiare soluzioni che possano allontanare sia lo stop, sia il diffondersi dei contagi: occorre essere pragmatici, siamo nel bel pieno di una emergenza sanitaria mondiale che ha già superato il milione di morti, dunque imporre un tampone ai presenti ai Concorsi – cosa che accade già per altri sport – potrebbe ad oggi essere il male minore e una vera carta vincente per andare avanti.

© A.B.-B.S. / riproduzione riservata; in copertina foto archivio © A.Benna / EqIn

Condividi:
denirobootco 728x90 1

TAG

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Tutto il sito è protetto da copyright!