ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

EQUESTRIAN INSIGHTS Salute e benessere del cavallo

Sapresti riconoscere se il tuo cavallo soffre di ulcere allo stomaco? Ecco 5 segnali da non trascurare

5 segnali chiave che mostrano presenza di ulcera nel cavallo 1
Condividi:
Print Friendly, PDF & Email

 

#focus

Potrebbero apparire magri, nonostante l’appetito; oppure essere scontrosi e non più performanti come un tempo. Tuttavia, molti cavalli non mostrano mai segni esteriori di ulcere gastriche, nonostante il dolore che provocano.

Sapresti riconoscere se il tuo cavallo soffre di ulcere allo stomaco? Individuare questo disagio non è sempre facile, soprattutto perché i cavalli spesso non mostrano segni evidenti, ha affermato Sara Busechian, DVM, PhD, MRCVS, presso il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Perugia. Le ulcere gastriche sono però, sfortunatamente, comuni, con circa il 90% dei cavalli sportivi che ne soffrono ad un certo punto della loro carriera e con nuove stime che mostrano che la stessa condizione riguarda anche il 60% circa dei cavalli impiegati per il tempo libero, afferma la Busechian. Anche gli asini possono svilupparle, ha aggiunto.

Ciò è dovuto principalmente al funzionamento del sistema digestivo equino. “I cavalli sono fisiologicamente predisposti, perché producono acido gastrico continuamente durante il giorno, mentre gli esseri umani producono acido gastrico solo quando mangiano”, ha detto. “Quindi, ovviamente, la cosa migliore sarebbe lasciarli mangiare circa 20 ore al giorno. Ma a quanto pare nemmeno questo basta, perché anche i cavalli al pascolo si ammalano di ulcere”.

Ecco dunque alcuni segni che il cavallo potrebbe manifestare, indicando problemi allo stomaco:

Snobba i cereali. Il mangime amidaceo innesca un maggiore rilascio di acido, quindi il mangime può turbare uno stomaco ulceroso, afferma Benjamin Buchanan, DVM, Dipl. ACVIM, ACVECC, del Brazos Valley Equine Hospital, a Navasota, in Texas. “Se non c’è abbastanza fibra nello stomaco dell’equide per tamponare l’acido, impareranno che possono fermarsi e andare a mangiare il loro fieno per un po’, e poi tornare e finire la pietenza, o semplicemente lasciarla del tutto perché è irritante ,” dice il ricercatore.

Manifesta un comportamento strano, specialmente al momento del pasto: le ulcere potrebbero essere particolarmente dolorose quando i cavalli mangiano o bevono a stomaco vuoto, poiché il cibo o l’acqua colpiscono le lesioni esposte. Quindi potrebbe essere questo il motivo per cui i cavalli si rifiutano di mangiare, o mangiano e si fermano, voltando la testa verso la pancia. “Si allungheranno ripetutamente dietro il gomito strofinandosi l’addome, nella zona centrale (dall’alto verso il basso), a pochi centimetri dietro la spalla, e lo faranno ripetutamente su entrambi i lati”, ha detto Sue McDonnell, PhD , CAAB (Certified Applied Animal Behaviorist), specialista del comportamento equino presso il New Bolton Center dell’Università della Pennsylvania, a Kennett Square. Potrebbero anche mostrare spesso pelo bagnato o arruffato sui fianchi proprio per il fatto di aver strofinato il muso o mordicchiato in quei punti, ha aggiunto. I cavalli con disturbi gastrointestinali possono anche spostare frequentemente il peso sugli arti posteriori, agitare la coda o orientare le orecchie all’indietro. Sdraiarsi e alzarsi continuamente può essere un altro modo di mostrare disagio, come guardarsi indietro, verso l’addome, “probabilmente perché i succhi acidi gastrici stanno scorrendo”, ha detto. Alcuni cavalli aumentano la frequenza con cui si “stiracchiano” come fanno i cani, con gli arti anteriori rivolti verso il basso per allungare i muscoli della pancia, sebbene tale allungamento possa indicare anche altri tipi di dolore addominale. Tuttavia, questi segnali possono essere impercettibili o senza significato, se capitano una tantum: si dovrebbe riprendere il cavallo 24 ore al giorno, osservarlo a video in avanti veloce per capire davvero la frequenza e l’eventuale ripetitività di questi comportamenti che manifestano possibile disagio gastrointestinale, ha spiegato.

– Incoerente scontrosità. I cavalli potrebbero essere scontrosi e aggressivi o potrebbero parimenti comportarsi normalmente, senza una vera a propria regola: può dipendere dal fatto che il loro stomaco sia o meno irritato, ha detto Buchanan. Potrebbero mostrare comportamenti spiacevoli, come minacciare di mordere, calciare o sgroppare durante il lavoro, ma anche nelle operazioni di grooming e persino verso altri cavalli. Apparentemente senza motivo, ma non è così: a volte il loro stomaco è pieno di fibre, quindi non duole”, ha detto.

Prestazioni ridotte. Il tuo cavallo non è performante come prima? È resistente o pigro? Forse sembra anche un po’ deperito e spento. Questi sono tutti segnali che indicano ulcere, ha spiegato Buchanan, anche se presi singolarmente. “Quando hai problemi di prestazioni che non puoi imputare a qualsiasi specifico infortunio, guardare allo stomaco è in cima alla lista delle cose da fare”, ha detto.

Una vita ad alto stress (anche a breve termine). Lavoro pesante, trasporti, vivere esclusivamente in box, separarsi dai loro amici: queste sono tutte fonti di stress che potrebbero scatenare ulcere, ha detto Busechian. “Qualsiasi cosa stressante per il cavallo può potenzialmente portare a ulcere gastriche, incluso qualunque cambiamento, anche piccolo, dal cambio di compagnia a qualcosa nel loro ambiente”. Questi tipi di stress connessi ai cambiamenti non riguardano solo i cavalli sportivi, ha aggiunto. “Potrebbe accadere praticamente a qualsiasi cavallo, specialmente a quelli che vivono a prato con compagni stabili; quindi nemmeno questi equidi dovrebbero essere trascurati”, ha detto.

Se riconosci uno di questi segnali/ fattori di rischio, considera di discutere le tue preoccupazioni con il tuo veterinario. Una gastroscopia, l’unico modo per diagnosticare veramente la sindrome dell’ulcera gastrica equina (EGUS), secondo Buchanan, potrebbe essere necessaria.

(16 dicembre 2021) © Redaz.; – riproduzione riservata; fonte: thehorse.com; foto © A.Benna / EqIn

Sindrome da ulcera gastrica nel cavallo, cos’è e come prevenirla

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA


Redazione EQIN
INVIA
Il sito è protetto da copyright!