ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

NEWS

Sentenza di Lodi: ASD non significa attività commerciale

Antitrust versus FISE: sanzione di 450mila euro
bac 728x90

Condividi:

20 settembre 2018 #news

Home 24

E’ stata ripresa pochi giorni or sono da italiaoggi.it un’importante notizia per le ASD – Associazioni Sportive Dilettantistiche: la Prima Sezione della Commissione Tributaria provinciale di Lodi ha stabilito nella sentenza n. 47/2018 (depositata in segreteria già il 18 giugno scorso), in estrema sintesi, che nell’associazione sportiva dilettantistica (ASD) la constatazione di inadempimenti formali non pregiudica le agevolazioni; quello che conta, infatti, è l’interesse e la passione per lo sport.

saferiding 728x90

Ecco come siamo giunti a questa illuminata sentenza che certamente farà tirare un sospiro di sollievo a molti presidenti di ASD e non solo: era iniziato tutto con un accertamento dell’Agenzia delle Entrate lodigiana per l’anno d’imposta 2012; nella fattispecie veniva contestata niente di meno che la natura stessa di «associazione sportiva dilettantistica» ad una contribuente che svolgeva l’attività, ben nota a tutti noi, di centro ippico; in questi casi il punto è sempre il medesimo, ovvero l’onere della prova (invertito peraltro, caratteristica tutta italiana) di dimostrare che quella che si sta svolgendo non è un’attività commerciale (soggetta a ben altro regime fiscale, come vedremo più avanti), bensì una forma associativa a tema sportivo.

goldspan_728x90

jumping 728x90

Il carattere innovativo di questa sentenza sta nel sancire che nell’associazione sportiva dilettantistica la constatazione di inadempimenti formali quali, a titolo di esempio,  la mancanza del libro soci o la presenza, tutt’altro che infrequente, di soci minorenni (sino a tirare in ballo gli eventuali stretti legami familiari tra gli associati), non pregiudicano affatto le agevolazioni e non consentono la riqualificazione dell’attività come imprenditoriale; quello che finalmente è divenuto centrale è quindi l’oggetto sociale stesso, ovvero, come si è già detto, l’interesse e la passione per lo sport.

Per i Giudici della  Prima Sezione della Commissione Tributaria provinciale di Lodi lo scopo dell’ASD è la pratica e la diffusione degli sport equestri ed  è quindi logica conseguenza che la stessa comprenda anche l’ospitalità dei cavalli degli associati; non è infatti possibile separare l’attività di cura e mantenimento degli equidi da quella sportiva che restano due aspetti totalmente inscindibili (Commissione tributaria regionale di Milano n. 2048/14).

Correlata alla lungimirante sentenza di Lodi è certamente la recente risposta giunta dalle Agenzia delle Entrate ad inizio agosto per tutte le Associazioni Sportive Dilettantistiche affiliate, durante il tavolo tecnico tra la stessa Agenzia, la FISE e il Comitato Olimpico Nazionale. Ne avevamo parlato (clicca qui), essa riguarda il fatto che le pensioni dei cavalli iscritti ai ruoli Federali sono considerabili attività istituzionali della FISE stessa.

Richiamando inoltre la giurisprudenza di merito, il Collegio lodigiano ha aggiunto che la natura associativa agevolata non può essere compromessa da una esigua partecipazione alla gestione amministrativa (Commissione tributaria regionale di Potenza n.280/2/2016). La conclusione dei giudici provinciali l’abbiamo già svelata nelle righe precedenti «i motivi sono inconsistenti e non consentono di ritenere il passaggio da associazione sportiva dilettantistica a ditta individuale». Accogliendo il ricorso ed annullando l’accertamento la Commissione tributaria ha liquidato ben 6 mila euro di spese di lite oltre I.V.A. e contributo unificato.

Vale la pena rammentare che l’eventuale “riqualificazione” da parte dell’Agenzia quale impresa individuale porta a delle conseguenze per nulla leggere, poiché determina l’assoggettamento a tassazione secondo i canoni di una attività commerciale con il conseguente recupero delle imposte dovute per IRES, IVA ed IRAP; resta evidente un provvedimento di questa portata destinerebbe il Centro a vita breve o comunque a mera precaria sussistenza.

© A. B.; riproduzione riservata; fonte principale: italiaoggi.it ; foto: © Archivio EqIn

 

Condividi:
Endurance 1


TAG

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Tutto il sito è protetto da copyright!