ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

EQUESTRIAN INSIGHTS Equestrian Life & People

Sport equestri: urge il format spettacolo-ilarità nei concorsi e grandi eventi?

Condividi:
Print Friendly, PDF & Email

29 novembre 2017 #focus

Non solo sport, strettamente inteso. Le attività equestri accompagnano l’uomo da secoli. Come aiuto nell’agricoltura, nel trasporto, nel divertimento e, anche, nello spettacolo, i cavalli sono stati protagonisti di innumerevoli attività al nostro fianco.
Oggi con lo sviluppo della tecnologia fortunatamente a questi animali vengono risparmiate molteplici delle attività lavorative, per loro molto faticose, rendendoli principalmente protagonisti di sport, spettacoli, ma anche di attività di sostegno e riabilitazione – ippoterapia e affini.
Il cavallo è sempre stato percepito dall’uomo come un essere nobile e di conseguenza sono state e sono per la maggioranza considerate tali le attività sportive collegate a questo animale, come l’equitazione, ed in particolare ciò che riguarda le discipline olimpiche (salto ostacoli, completo, dressage). Tuttavia, spesso una vera e propria aurea snob investe l’ambiente degli sport equestri, che dà vita ad atteggiamenti e convinzioni che portano la maggior parte del pubblico, specie quello “profano”, a considerare il mondo equestre come inavvicinabile, essendo questo ambiente percepito come d’élite e “da ricchi”, dunque “chiuso”. Con tutte le conseguenze del caso. Tuttavia, dall’interno, sappiamo anche che ciò non corrisponde del tutto al vero. Certo, fare agonismo “duro e puro” ha dei costi; ma il mondo dei cavalli riguarda anche tante, tantissime persone, impegnate con il loro compagno nelle più diverse e semplici attività.

E’ dunque un segnale importante, da valorizzare, quando accade che alcuni top riders cerchino di avvicinare il grande pubblico, quello che magari dei cavalli non sa proprio nulla, prestandosi per alcuni spettacoli, ed aggiungendo un pizzico di ridicolo e divertimento alle loro pur sempre eccelse perfomance. Ultimamente nei grandi eventi è molto frequente assistere a spettacoli comici, molto attesi e apprezzati dal pubblico, sia profano, sia di settore.
È il caso ad esempio del numero andato in scena al Toronto’s Royal Winter Fair dove la dressagista Esther Mortimer e il reiner Loris Epis si sono sfidati bonariamente nella prova-spettacolo Anything you can do, I can do better”, un modo per sottolineare con ilarità la contesa perpetua tra monta western e monta inglese. Numero comico ma al contempo anche altamente tecnico, perché è ormai risaputo che non si può far commedia senza saper recitare bene: chi è del settore, ad una rapida occhiata al video, non mancherà certo di rilevare l’altissimo livello tecnico necessario per la performance. Il risultato? Uno spettacolo che ha scatenato il pubblico, letteralmente in visibilio, che si è lasciato andare a urla, risate e tifo sfegatato.

Per vedere il video della performance: clicca qui

Dalle testimonianze postate sui social network è evidente che sono sempre più frequenti questi format rider fuoriclasse-spettacolo-divertimento nei concorsi, soprattutto in quelli di massimo livello. Altro esempio, che avrete magari già visto: impossibile non ridere con il dressagista di questo video – clicca qui  , impegnato in una ripresa-finzione esilarante e veramente ben riuscita, che ha strappato ilarità dalle tribune stracolme.

Indubbiamente proficua anche l’idea del confronto, sempre secondo una logica di spettacolarità atta a suscitare divertimento del pubblico, tra discipline diverse (è il caso estremo del primo video, dressage e reining a confronto). Inserire spettacolo e divertimento nei concorsi e nel mondo degli sport equestri può contribuire senza dubbio ad affievolire i pregiudizi e le riserve del grande pubblico. Soprattutto, può avvicinare i giovani e le famiglie prima ai grandi eventi e quindi, di conseguenza, ai cavalli: è una grandissima opportunità, fondamentale per incrementare il vivaio e il ricambio nel nostro sport che ha veramente moltissime emozioni, sorrisi e divertimento da regalare a grandi e piccini di tutte le età.

© D.M. & B.S.; riproduzione riservata; in copertina foto ©Nancy Jaffer: Esther Mortimer and Loris Epis teamed up for an unusual dressage/reiner pas de deux on the show’s closing night.

prospera centro equestre

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA


Redazione EQIN
INVIA
Il sito è protetto da copyright!