Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

EQUESTRIAN INSIGHTS Salute e benessere del cavallo

Mollette articolari nel cavallo: che cosa ne sappiamo?

Condividi:

27 dicembre 2017 #focus in collaborazione con Tempest Italia



Le cosiddette mollette articolari sono un problema molto frequente nel cavallo. Si tratta di rigonfiamenti delle guaine sinoviali, che normalmente interessano l’articolazione del nodello o del garretto e possono derivare da una forma di artrite o comparire dopo una gara o un allenamento particolarmente pesante; questi rigonfiamenti, di cui un esempio è ben visibile nella foto che segue, sono dovuti ad una eccessiva produzione o ad un cattivo drenaggio del liquido sinoviale.

foto credits Tempest Italia

Ne abbiamo parlato con il dott. Ettore Ballardini di Tempest Italia: “La sinovite idiopatica, volgarmente detta “molletta articolare” è probabilmente uno dei problemi più diffusi nelle scuderie e fa riferimento ad un versamento di liquido sinoviale cronico di una articolazione (nel caso garretti e nodelli) a causa varia ed incerta e non associata necessariamente a zoppia e dolorabilità; le mollette rientrano nella categoria delle cosiddette “tare molli”. Questo problema è caratteristica dello spavenio acquoso (una dilatazione cronica della capsula articolare della giuntura tibio-tarsica o del garretto con versamento)”. Le mollette possono comparire indistintamente su tutti e quattro gli arti e la terapia principalmente consiste nel tenere il cavallo a riposo, praticare una fasciatura, contattare il proprio veterinario per stabilire l’entità dell’infiammazione e la relativa procedura: tra i segni evidenti di gravità della patologia, ad esempio il nodello può apparire caldo e tumefatto al tatto e il cavallo può manifestare una zoppia più o meno evidente. “Sul come e perché si formino le mollette, le cause sono in linea di massima riconducibili a:

– conformazione difettosa del garretto, garretti dritti, garretti “a falce”, garretti vaccini e conformazione dritta dei nodelli (per saperne di più su appiombi e garretti, clicca qui).
– tensione
– piccoli traumi
– stress
– zoppia di un altro arto
– allenamento troppo pesante
– ferratura scorretta

Sono inoltre da rilevare i casi in cui cavalli appena svezzati o puledri in doma possono presentare lo spavenio in uno o entrambi i garretti: il problema scomparirà non appena cresceranno. In numerosi altri casi, alcuni soggetti possono manifestare mollette ai nodelli durante le stagioni più calde oppure quando stanno troppo a riposo: queste mollette tenderanno a scomparire alla ripresa degli allenamenti. Va tenuto in considerazione che frequentemente, laddove il cavallo non manifesti segni di zoppia, infiammazione o dolore, è possibile una “convivenza serena” con questo problema, che tuttavia va sempre monitorato.  

Per un ulteriore approfondimento: clicca qui: Mollette Articolari o Sinovite Idiopatica



© Redaz. con la collaborazione del dott. Ettore Ballardini – Riproduzione riservata; foto di copertina : ©EqIn – A. Benna



Condividi:




TAGS:

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *