ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

NEWS

Ripresa dei concorsi nazionali? Ecco come si sta muovendo la Svizzera

Ripresa dei concorsi nazionali? Ecco come si sta muovendo la Svizzera
bac 728x90

Condividi:

13 maggio 2020 #news

goldspan_728x90

Home 24

L’11 maggio scorso il comitato della Federazione elvetica per gli sport equestri (FSSE) si è riunito per regolare la ripresa delle proprie competizioni nazionali con adeguamenti temporanei dei regolamenti, che diverrà attiva dopo la revoca del divieto governativo in merito alla possibilità di organizzare manifestazioni, la cui data resta però ancora da definire.

saferiding 728x90

In collaborazione con il direttore sportivo della Federazione svizzera degli sport equestri (FSSE), Evelyne Niklaus, e del gruppo di lavoro Manifestations 2020 – Covid-19, riunendo rappresentanti delle associazioni membri della FSSE, consigli di amministrazione, organizzatori e cavalieri, una delegazione del comitato FSSE, composta in particolare da Nayla Stössel, Presidente del comitato organizzatore dello CSIO5 * di San Gallo e membro del consiglio della Federazione equestre europea, ha sviluppato misure per consentire ai comitati organizzatori di rilanciare le competizioni nazionali in Svizzera. “Questi adattamenti hanno lo scopo di creare condizioni quadro regolamentari per consentire agli organizzatori di applicare il piano di protezione chiamato “Ripresa degli eventi sportivi equestri” non appena verrà data la possibilità di renderlo attivo dal Governo, spiega il comunicato stampa FSSE.

HorseAngel 728x90

jumping 728x90

Prima di riavviare questa attività essenziale per l’economia del settore dei cavalli, limitando al contempo i rischi, per i comitati organizzatori elvetici è prevista la possibilità di limitare il numero dei partenti, di aumentare il costo delle partecipazioni ai concorsi e al contempo di ridurre l’importo dei Montepremi. Ci chiediamo se misure simili saranno adottate anche in Italia, quando anche da noi ripartiranno i concorsi.

Per le gare di salto ostacoli, completo e volteggio si tratta soprattutto di un adattamento importante per ciò che riguarda il sistema di iscrizione/ingresso, che si effettuerà in base al principio del “chi prima arriva, primo alloggia”. “In questo modo, l’organizzatore sarà in grado di definire esattamente il numero di partecipanti per ogni concorso rispettando la sicurezza della pianificazione. È solo a questa condizione che può essere rispettato il piano di protezione che menziona, se necessario, il numero limitato di persone autorizzate a essere presenti sul posto durante la manifestazione e fissate dal Consiglio federale”, continua il comunicato stampa . Al fine di compensare parzialmente il deficit legato al ritiro degli sponsor e quindi “dar respiro” ai comitati organizzatori, quest’ultimi hanno facoltà di aumentare le quote di iscrizione con una chiamata “tassa Covid-19” e, al contempo, quella di ridurre i Montepremi dei concorsi. A tal fine, la direttiva definisce diverse misure vincolanti o volontarie a seconda della disciplina.

“La ripresa delle gare è molto importante per lo sport equestre, non solo per compensare la mancanza di possibilità di partecipazioni a gare internazionali per i nostri cavalieri, ma anche per offrire possibilità di partenza a tutti i livelli. Siamo assolutamente consapevoli del fatto che le attuali condizioni che obbligano a organizzare manifestazioni nel rispetto del piano di protezione rappresentano una grande sfida per gli organizzatori. Ci aspettiamo che siano creativi, mentre probabilmente rinunciano a realizzare un profitto quest’anno quest’anno”, ha affermato il presidente della task force, Franz Häfliger, capo dello sport agonistico all’interno del comitato FSSE. “Con questa direttiva, speriamo di supportare gli organizzatori nel miglior modo possibile, sapendo che tutte le parti coinvolte devono mostrare solidarietà e buona volontà, siano essi sportivi o sportivi equestri che ripartiranno nonostante le spese più elevate, o organizzatori che possono sfruttare le misure possibili se è veramente necessario, in modo da poter rilanciare con successo lo sport agonistico”.

“I comitati organizzatori sono ovviamente liberi di confrontarsi con altri partner per le manifestazioni, come funzionari, veterinari, ecc., sapendo che, se necessario, possono anche mostrare solidarietà con le organizzazioni locali”, conclude il comunicato stampa, ricordando anche che il 27 maggio il Consiglio federale elvetico deciderà i prossimi passi per allentare le misure di contenimento degli eventi sportivi. L’FSSE spera di poter attivare il proprio sistema di impegno online a partire dal 28 maggio. Questi adattamenti temporanei si applicheranno fino alla fine del 2020.

Cosa succederà in Italia? Ancora non abbiamo una prospettiva in tal senso, difatti stiamo da pochissimo muovendo i primi passi dopo il lock down totale di marzo/aprile; tuttavia, è utile iniziare ad interrogarsi su quali saranno le modalità possibili per una ripartenza delle manifestazioni equestri, specie confrontandosi con chi, come la Federazione elvetica, sta già muovendo i primi passi.

© Redaz.; riproduzione riservata; fonte principale: fnch.ch/fr/; in copertina foto archivio © EqIn

AG 728x90 1

 

 

 

Condividi:
Endurance 1


TAG

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Tutto il sito è protetto da copyright!