ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

NEWS

Un nuovo cavallo per Filippo Bologni

Un nuovo cavallo per Filippo Bologni 2
bac 728x90

Condividi:

02 dicembre 2019 #news

Home 24


Un nuovo cavallo è arrivato nelle scuderie Bologni, dalla bellezza quasi scultorea, che rende ragione al nome che porta: trattasi di Bernini GP, stallone italiano del 2009, da Eurocommerce Berlin x Concerto II.

saferiding 728x90


Un nuovo cavallo per Filippo Bologni 1

Genealogia completa Bernini GP: clicca sulla foto

Nato in Italia (allevatore: M.G. Bulgarelli), di proprietà e cresciuto sportivamente sempre e solo dal cavaliere ventottenne Federico Formentini (che anche con questo stallone è stato allievo di Arnaldo Bologni), Bernini GP passa quindi sotto la sella di Filippo per crescere agonisticamente parlando, dato che, nonostante il suo curriculum non vanti grandi numeri relativamente alle partecipazioni sportive (sono 82 le partenze in gara censite, + un concorso internazionale in Francia), lo stallone italiano di dieci anni ha la stoffa e tutte le carte in regola per saltare categorie da 1,45 mt e più. Tra i suoi più recenti e migliori risultati, ci sono un terzo posto nella 145 del CSI2* di Arezzo /Toscana Tour 2019, un 5° posto nella 150 e un 4° nella 155 del CSI2* di Vermezzo 2018, un 3° posto nella 145 del CSI2* Bagnaia 2018, un 2° posto nella 145 del CSI2* di Busto Arsizio 2018, un 2° nella 145 del CSI2* di Arezzo/Toscana Tour 2018.

jumping 728x90


Un nuovo cavallo per Filippo Bologni 3

Curriculum sportivo a parte, è anche la storia connessa ai primi mesi di vita di Bernini ad essere interessante, a dimostrazione che tante volte il destino dei cavalli sia anche, in qualche modo, connesso al caso: racconta Formentini che, nell’anno 2009, aveva in casa propria un puledro di pochi mesi, a sua volta figlio di Berlin, come Bernini. Dato che il piccolo era solo, Federico decise di ripassare all’allevamento per prendere un altro puledro, con l’intento principale di trovare qualcuno per fargli compagnia. Optò per un suo fratellastro da parte di padre, più o meno coetaneo, ossia… proprio per Bernini, che in seguito si rivelò più qualitativo del primo puledro – sebbene anche quest’ultimo mostri oggi discrete qualità. Insomma, non resta che augurare in bocca al lupo a questo stallone tutto italiano sotto la sella di Filippo Bologni, che proprio questa settimana partirà alla volta dei Longines Masters di Parigi: “ho deciso all’ultimo di portarlo con me in Francia perché così comincerà subito a fare esperienza e lavoro in un internazionale, pure a 5*, cosa fondamentale per farlo crescere. Bernini mi piace, davvero, un sacco! Non teme in nessun modo le altezze! Si tratta solo di lavorare un po’ per trovare il giusto feeling e poi, incrociando le dita, via, si andrà avanti” (Bologni cit.).

© B.S.; riproduzione riservata; foto Bologni & Bernini GP © Sergio Isler

 

Condividi:
Endurance



TAG

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Tutto il sito è protetto da copyright!