Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

EQUESTRIAN INSIGHTS Etologia - ricerche e studi Gestione, strumenti, tecnica e addestramento Salute e benessere del cavallo

Ma vedi quello che vedo io? Nuovi colori degli ostacoli aiuteranno i cavalli

CONDIVIDI

09 novembre 2018 #focus



Lo studio sulle modalità di visione dei cavalli prosegue: arriva dal Regno Unito un’importante raccomandazione grazie ad una nuova ricerca condotta dall’Università di Exeter, la quale dimostra che alcuni colori dovrebbero essere più efficaci nell’offrire piena visibilità ai cavalli, elemento ovviamente importantissimo per tutte le discipline equestri che prevedono il salto di ostacoli.

Avevamo già approfondito in precedenza l’affascinante tema della vista del cavallo: grazie alle specifiche caratteristiche fisiche dei suoi occhi –  la grandezza e il suo strato riflettente – l’equide vede il mondo che lo circonda in modo molto diverso dagli esseri umani (+ info: clicca qui). Pur vedendo benissimo al buio, i cavalli hanno tuttavia una visione a colori ridotta rispetto agli esseri umani: vedono meglio i gialli, i verdi, i blu, e meno di tutti i rossi e gli arancioni.

Scale cromatiche cavallo uomo a confronto foto © salute.gov.it

La nuova ricerca condotta dall’Università di Exeter mostra che certi colori dovrebbero essere più efficaci nell’offrire visibilità ai cavalli e dunque indica la necessità di cambiare alcuni colori degli ostacoli. Lo studio è stato commissionato e finanziato dalla British Horseracing Authority (BHA) e dalla Racing Foundation, che hanno lavorato insieme per sviluppare nuove modalità per rendere più sicuro il design di ostacoli e recinzioni. La ricerca è stata intrapresa dalla dott.ssa Sarah Paul e dal professor Martin Stevens, con l’obiettivo di migliorare la visibilità degli ostacoli per i cavalli e ridurre così il rischio di cadute ed incidenti, soprattutto nella disciplina del Completo.

Percezione del colore arancione: uomo a sinistra, cavallo a destra

Attualmente, il colore utilizzato su telai a transenna, recinti di recinzione e guard-rail negli ippodromi in Gran Bretagna è l’arancione, basato sulla visione umana. Tuttavia, è stato raccomandato di effettuare una prova graduale utilizzando il giallo fluorescente per tutti gli ostacoli e le ringhiere di protezione e il bianco per le tavole. Questi colori sono stati determinati per massimizzare la visibilità in un’ampia gamma di condizioni, sia per gli uomini che per i cavalli.

I nuovi colori proposti per gli ostacoli verranno testati nei campi prova al fine di creare un set di dati significativo prima di lanciare la prova in un ambiente di gara. La fase di ricerca del progetto ha incluso la verifica della visibilità dei marcatori arancioni e di altri colori potenziali in 11 ippodromi e, in collaborazione con il trainer Richard Phillips, verranno testate le risposte comportamentali dei cavalli rispetto a diversi colori, in un ambiente controllato.

Ian Popham, un ex fantino vincitore di Grade 1, ha dichiarato: “Dalla cavalcata delle diverse recinzioni colorate mi è stato chiaro che per alcuni colori i cavalli hanno reagito in modo diverso e hanno mostrato all’ostacolo un maggiore rispetto. Sono sicuro che gli altri riders percepiranno la stessa cosa; è un’opportunità per rendere lo sport più sicuro sia per i cavalli che per i riders”.



I risultati di questa ricerca saranno condivisi con altre federazioni e organizzazioni equestri. Allo stesso tempo, BHA e RSPCA stanno continuando a lavorare insieme su un progetto per vedere se è possibile apportare ulteriori miglioramenti alla costruzione degli ostacoli, oltre al diverso uso del colore.

Il professore della University of Exeter, Martin Stevens, cattedratico di Ecologia sensoriale ed evolutiva, ha affermato che capire come gli animali vedono il mondo ha un ruolo prezioso nel guidare la sicurezza e il benessere sia degli animali, sia degli esseri umani in una grande varietà di contesti. “Questo progetto dimostra come la scienza moderna possa avere delle implicazioni positive molto ampie nella società umana e nelle nostre interazioni con gli animali”.

© A.B.; Riproduzione riservata; fonte principale: horsetalk.co.uk; foto EqIn © A. Benna;



scarica gratuitamente la dispensa del Ministero della Salute, “Il mondo sensoriale del cavallo”: clicca qui



 





TAGS:

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *