ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

NEWS

Gli Stockholm Hearts trionfano nella tappa GCL di Cannes

Gli Stockholm Hearts trionfano nella tappa GCL di Cannes
Condividi:
Print Friendly, PDF & Email

 

08 giugno 2024 #News

La 7^ tappa del Global Champions League che si è svolta a Cannes ha visto protagonista la squadra degli Stockholm Hearts powered by H&m We Love Horses. Secondo posto per i Riesenbeck International powered by Kingsland Equestrian e terzo per i Madrid in Motion.

L’iconica città di Cannes, nota per il suo glamour ed il suo fascino, è stata lo scenario perfetto per questa competizione ad alto rischio, dove l’atmosfera era a dir poco elettrizzante. Le migliori squadre del mondo si sono riunite per competere ai massimi livelli, trasformando la pittoresca cornice in un’arena di sport e intrattenimento senza precedenti. La GCL presentata da Volvo Cavallari è stata un vero e proprio spettacolo ricco di emozioni fino all’ultimo salto. Malin Bayard-Johnsson, colonna portante degli Stockholm Hearts ha detto ai microfoni di Marc Lewis per GCTV: “È una location davvero unica ed è tutto più speciale essere qui di sera, c’è una grande atmosfera e vincere è sempre fantastico. Con la GCL, si fa esperienza di anno in anno in questo campionato, come diciamo noi che prendiamo spettacolo per spettacolo, siamo stati molto coerenti finora quest’anno, e dobbiamo semplicemente rimanere coerenti perché alla fine si tratta di questo“. 

I Riesenbeck International erano chiaramente a caccia della vittoria avendo conquistato il gradino più alto del podio nella GCL di Cannes 2023. Le 8 sfortunate penalità di Schulze Topphoff e Carla NRW hanno fatto sì che il team si accontentasse del secondo posto. Parlando del successo di quest’anno, Christian Kukuk ha dichiarato a Rosie Tapner di GCTV: “Capisco che Philipp sia deluso, anch’io mi sentirei assolutamente nella sua posizione, ma onestamente dovremmo essere più contenti del secondo posto di oggi: l’ultima volta che eravamo in testa dopo il primo round, siamo finiti quarti. Quindi, questo risultato va visto positivamente e non dobbiamo essere delusi stasera”. Ha poi aggiunto: “Saltare in notturna sotto le luci è sempre una sensazione speciale. Questo campo ad anello ha una dimensione particolare, ha quasi la stessa lunghezza su tutti e quattro i lati. È molto diverso da tutte le altre sedi che abbiamo, e sotto le luci dei riflettori è sempre un po’ diverso, in generale più emozionante“. 

Il terzo posto finale di Madrid in Motion ha permesso al team di guardare nuovamente al gradino più alto del podio. Con un secondo posto nella tappa precedente di Ramatuelle – St. Tropez, Mark McAuley ha parlato della pressione aggiuntiva di gareggiare per altre persone in uno sport tradizionalmente individuale. Parlando con GCTV ha detto: “C’è sempre pressione quando si gareggia per la squadra, è una sensazione diversa rispetto a quando si compete da soli, si sente sempre un po’ più di pressione. Si vuole fare bene per la squadra e non si vuole deludere gli altri. Anche se di solito in questo sport la pressione è un aiuto: ti spinge a impegnarti di più, è solo una cosa positiva“. 

È interessante notare che tutte le squadre hanno cambiato cavallo o cavaliere, ad eccezione dei Doha Falcons che hanno scelto di rimanere con i binomi Michael Pender con HHS Calais e Julien Anquetin con Blood Diamond du Pont. Le squadre continuano a lottare per rimanere tra le prime quattro ed accelerare il loro cammino verso la semifinale della Supercoppa GCL ai playoff del GC Riyadh. In testa alla classifica per la prima volta quest’anno, gli Stockholm Hearts powered by H&M We Love Horses si trovano a 137 punti, mentre le leader di lunga data del campionato Cannes Stars powered by Iron Dames sono scivolate in seconda posizione a 136 punti. I Madrid In Motion rimangono al terzo posto con 123 punti, mentre i campioni dello scorso anno sono saliti al quarto posto con 122 punti. La GCL si dirige ora verso la capitale della Francia, Parigi, dal 21 al 23 giugno, dove si svolgerà una battaglia tra i migliori nella fase intermedia della stagione. 

classifica gara

Gara individuale- 1^ manche

Sono stati 44 i binomi a sfidarsi a titolo individuale nella prima manche di altezza 1.55mt che ha offerto un Montepremi di 56.800,00. A primeggiare sul percorso ideato dal maestro Uliano Vezzani, che ha previsto 12 ostacoli per un totale di 15 salti, è stato il britannico Scott Brash che in sella a Hello Valentino (2014, SWB, Diamantino x Careful) ha portato a termine il percorso migliore senza errori in 67”.49. Il secondo posto è andato al belga Gilles Thomas che con Constantin 110 (2013, Westfalien, Colestus x Quidam de Revel) ha chiuso con un percorso netto in 69”.83. Infine ha chiuso il podio l’olandese Harrie Smolders e Springfield 21 (2013, Oldenburg, Stakkato Gold x Classiker): anche per loro 0 le penalità in 70”.29.

classifica gara

Gara individuale- 2^ manche

Nella seconda manche il percorso si è alzato a 1.60 mt e pure il Montepremi è salito a 105.750,00. Questa volta la Francia è riuscita a tenere in casa la vittoria grazie alla performance perfetta di Julien Epaillard che con Dubai du Cedre (2013, Selle Français, Baloubet du Rouet x Diamant de Semilly) ha chiuso con un percorso netto nel tempo più veloce di 67”.19. Sul secondo gradino del podio il connazionale Mathieu Billot con Lord de Muze (2011, BWP, Nabab de Reve x For Pleasure) senza errori in 70”.82. Il britannico numero due della Longines Ranking Jumping Ben Maher ha piazzato Point Break (2014, SWB, Action Breaker x Balou du Rouet) al terzo posto con 0 penalità in 71”.89.

classifica gara

© Comunicato Stampa LGCT – trad. ita a cura di L. Badulescu; foto: il podio della GCL di Cannes © LGCT

TAG

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Redazione EQIN
INVIA
Il sito è protetto da copyright!