ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

NEWS

Global, Ben Maher è nuovamente il vincitore assoluto. In GP Alberto Zorzi c’è!

Global New York, Ben Maher nuovamente vincitore assoluto, ma Alberto Zorzi c'è
Condividi:
Print Friendly, PDF & Email

29 settembre 2019 #news

Ieri a New York, ultima tappa del Longines Global Champions Tour 2019 prima dei Playoff del Circuito programmati a Praga (21-24 novembre), è stato incoronato il vincitore: il miglior binomio nel Longines Grand Prix h 1,60 mt è entrato nella storia, firmando non solo la gara e questa tappa americana, ma anche l’intera stagione 2019 del Global (ranking 2019: clicca qui), come già accade l’anno scorso (overall winner of the LGCT 2018): parliamo del britannico Ben Maher, che dunque mantiene anche quest’anno il titolo di campione assoluto!

Con sette binomi in barrage ieri nel Longines Grand Prix (Montepremi euro 300.000), il risultato a New York era ancora aperto: ma Maher con l’infallibile Explosion W (migliore cavallo al mondo per la disciplina / ranking 2019 WBFSH – + info: clicca qui) non hanno avuto tentennamenti e si è impossessato ancora una volta della gara maggiore del LGCT con due percorsi netti e lo stupefacente tempo in barrage di 34″:08. Alle sue spalle il tedesco Marcus Ehning con Cornado NRW (da Cornet Obolensky) che ha concluso in 34″: 65 il suo jump-off (0/0). Con questo secondo posto nel GP newyorchese, il cavaliere tedesco si è anche impossessato del lasciapassare per l’atto finale del LGCT 2019, i Play Offs praghesi -, essendo il vincitore Ben Maher già qualificato. In terza piazza Martin Fuchs con The Sinner (figlio di Sanvaro) in 34″:95 secondi.

Global New York, Ben Maher vince tutto, ma Alberto Zorzi c'è

A. Zorzi & Ulane de Coquerie archivio © Sportfot / topsinternationalarena.com

Ma una soddisfazione concreta per noi tifosi italiani è arrivata da New York? Yes, of course: sta tutta nell’importante quarto posto realizzato in questo Grand Prix h 1,60 mt, ossia nel piazzamento subito ai piedi del podio di Alberto Zorzi, unico azzurro al via nella tappa americana del LGCT. In sella all’undicenne francese Ulane de Coquerie (da L’Arc de Triomphe), il Caporal Maggiore ha infatti concluso due splendide manche senza penalità, con il cronometro del barrage arrestato su 35″:11: what else? Nulla di più! Si tratta veramente di un ottimo risultato, che  “parla da solo”: ancora una volta una conferma di tutta la stoffa di Zorzi, che è e resta tra gli indiscutibili fuoriclasse della bella Italia del salto ostacoli.

Ranking WBFSH 2019, Explosion W è in vetta nel salto ostacoli, Weihegold nel dressage

© Redaz.; riproduzione riservata; in copertina foto Ben Maher / Explosion W © S. Grasso / LGCT

TAG

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Scrivi un commento

Redazione EQIN
INVIA
Il sito è protetto da copyright!