ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

EQUESTRIAN INSIGHTS Gestione, strumenti, tecnica e addestramento

Il cavallo è arrabbiato? Ecco 10 segnali da non sottovalutare

Il cavallo è arrabbiato? Ecco 10 segnali da non sottovalutare
Bozza automatica 9

Home 36

Condividi:
Print Friendly, PDF & Email

#focus

Home 35

Capire il linguaggio del corpo dei cavalli è essenziale se vogliamo stare sereni e al sicuro con loro. Sapere quando un cavallo è arrabbiato aiuta ad evitare e ad arginare conflitti e situazioni pericolose.

Home 42

I principali segni di un cavallo arrabbiato sono: orecchie appiattite, denti visibili, il sollevamento di un posteriore, sommati alla tensione generale in tutto il corpo. Se si individuasse un cavallo non conosciuto che mostra questi comportamenti espliciti, bisognerebbe non avvicinarsi e farsi aiutare da una persona esperta.

jumping 728x90

Per essere certi che un cavallo è arrabbiato, è necessario osservare l’intero corpo dell’animale e valutare l’insieme di tutti i suoi atteggiamenti, così come l’ambiente in cui si trova, per ottenere un quadro completo.

Ecco 10 segnali utilissimi, da non sottovalutare:

  • Il cavallo mostra i denti: ci sono molte situazioni in cui i cavalli potrebbero mostrare i denti. Esempi sono lo sbadiglio o la risposta Flehmen (+ info clicca qui), in cui i cavalli arricciano il labbro superiore per captare meglio un odore non noto in precedenza, per l’analisi. Gli stalloni spesso eseguono questo comportamento quando sono in prossimità delle femmine. Sebbene nessuno di questi comportamenti sia in sé e per sé minaccioso, quando i cavalli scoprono i denti mentre alzano gli occhi e appiattiscono le orecchie, potrebbero invece essere arrabbiati. Questa è la fase in cui un cavallo è pronto a reagire, ed è una buona idea mantenere subito una certa distanza… Se maneggiati e rincuorati adeguatamente, non molti cavalli raggiungeranno l’alto livello di rabbia. Tuttavia, quando un cavallo arrabbiato mostra i denti, è molto probabile che arrivi un morso… uomo avvisato, mezzo salvato!
Il cavallo è arrabbiato? Ecco 10 segnali da non sottovalutare 1

esempio della possibilità di rotazione delle orecchie del cavallo

  • Le orecchie indietro: le orecchie di un cavallo hanno un’enorme libertà di movimento e possono ruotare fino a 180 gradi: ci comunicano tantissime cose (+ info clicca qui). Ciò consente ai cavalli di rilevare la fonte di un suono in modo più accurato e di ricevere più informazioni. Quando ascoltano un suono proveniente dalle loro spalle, i cavalli portano le orecchie all’indietro. Questo può spesso essere scambiato per un segno di rabbia, tuttavia, uno dei segni più evidenti di rabbia nei cavalli sono le orecchie appiattite contro il collo quando osservano qualcosa che sta di fronte / a lato. Questo segno viene spesso visualizzato insieme a un’espressione del viso tesa e ai denti scoperti; nel qual caso la cosa migliore da fare è stare alla larga. Quando vediamo un cavallo che appiattisce le orecchie, dobbiamo infatti fare attenzione! Va detto anche che potrebbe farlo per esprimere disagio o dolore, quindi va controllato come si muove e le varie parti del corpo per assicurarsi che tutto sia a posto.
  • Espressione facciale tesa: le espressioni facciali dei cavalli sono complesse quanto quelle di noi umani. Gli scienziati hanno scoperto che svolgono un ruolo fondamentale nel modo in cui i cavalli comunicano tra loro e con gli esseri umani. Analogamente agli umani, l’umore di un cavallo è praticamente iscritto sul suo viso. Quando i muscoli sono rilassati e non ci sono rughe intorno agli occhi e al muso, il cavallo è tranquillo e rilassato. Tuttavia, quando è vero il contrario, c’è un’alta probabilità che il cavallo possa essere arrabbiato o dolorante. Dopo un po’ di pratica, leggere l’umore di un cavallo verrà naturale e migliorerà notevolmente il rapporto con l’animale.
  • Rampare: Rampare o raspare il terreno il più delle volte indica noia ed impazienza nei cavalli. Ad esempio, se si lascia un cavallo legato a lungo senza cibo o compagnia, inizierà presto a rampare e battere per attirare l’attenzione. Attenzione però: durante la stagione estiva, i cavalli potrebbero anche fare così quando cercano di sbarazzarsi di un insetto tra le loro gambe. Parimenti, non è raro vedere cavalli che rampano giocando scherzosamente in acqua o quando scoprono un nuovo oggetto. Tuttavia, quando eseguono questo comportamento di fronte ad un altro cavallo o ad un uomo, è possibile che vi sia un conflitto. In questo caso, il cavallo minaccia di caricare. Se lo fa nel suo box, questo può essere un segno di stress o noia. I cavalli si annoiano se vengono tenuti tutto il giorno chiusi in scuderia e questo atteggiamento potrebbe essere un chiaro segno per comunicare che hanno voglia di uscire.
  • Muovere la coda: lo scopo della coda del cavallo è principalmente quello di scacciare mosche e altri insetti dal proprio corpo. Vedremo spesso il cavallo agitare la coda nei mesi estivi quando ci sono molti insetti in giro. Tuttavia, esclusi gli insetti, il movimento della coda può indicare frustrazione, stress o rabbia. In branco, questo segnale fa sapere agli altri cavalli che hanno oltrepassato il limite, ergo potrebbero essere presi a calci se non si tengono alla larga. Portate attenzione, quindi, se al vostro avvicinamento il cavallo muove ripetutamente la coda, fissandovi.
  • Girarsi per mostrare la groppa: Una delle prime cose che viene insegnata ad ogni principiante è non avvicinarsi mai al fondoschiena del cavallo. Questo perché lì proprio non vedono, è il punto cieco della loro visuale; ergo non vedervi, potrebbe farli calciare istintivamente. Tuttavia, se un cavallo autonomamente si gira e mostra la groppa, significa che a) non vuole avere a che fare con voi b) minaccia di calciare. Quando ciò accade, si hanno due opzioni: tornare di fronte al cavallo il prima possibile, oppure rimproverare il cavallo per essere irrispettoso e allontanare la sua groppa.
  • Sollevare un posteriore: Questo segno non deve essere confuso con il cavallo che riposa in posizione stanziale, ossia quando solleva da terra, poggiando la quarta gamba mentre si rilassa al lavaggio o fa un pisolino. Uno speciale apparato anatomico che blocca il ginocchio e il garretto in posizione consente ai cavalli di stare in piedi su tre gambe per lunghi periodi di tempo; risparmiarne un posteriore, magari alternato all’altro, serve a risparmiare energia. Tuttavia, quando il sollevamento di un posteriore è accompagnato da una postura del corpo tesa, orecchie appiattite e testa sollevata, è molto probabile che il cavallo sia veramente infastidito o arrabbiato. Questo comportamento potrebbe o non potrebbe essere preceduto dalla rotazione dei quarti posteriori, se libero. Ad ogni modo, sollevare un posteriore in questo scenario è l’equivalente di una minaccia immediata: “stai per ricevere un calcio, allontanati”. Una prima cosa molto saggia da fare quando un cavallo sta minacciando di calciare è dirigere la sua attenzione verso qualcos’altro.
  • Vedere il bianco negli occhi: Ci sono diversi motivi per cui potresti vedere il bianco negli occhi del tuo cavallo. Alcune razze hanno questa caratteristica per impostazione predefinita, come l’Appaloosa. Ma, in generale, i cavalli mostrano questo segno quando sono spaventati, arrabbiati o stressati, accompagnati da una postura elevata della testa e del collo. Quando il cavallo alza gli occhi al cielo, la pelle circostante si stringe, il che fa apparire il bianco. Se notiamo anche che il cavallo appiattisce le orecchie, agita la coda e si irrigidisce, ci sono buone probabilità che possa essere arrabbiato, e dovremmo essere cauti.
  • Posizione del corpo tesa: Un segno di rabbia nei cavalli, sebbene considerato da solo sia piuttosto generico, è una postura del corpo tesa, contratta. In questo stato, facilmente si noterà anche che il cavallo tiene la testa e il collo alti, agita la coda e si muove con tutti i muscoli tesi. Sebbene la tensione nel corpo possa indicare stress, disagio o malattia, nel giusto contesto può anche significare che il cavallo è arrabbiato. Una postura del corpo tesa accompagna quasi sempre altri segni di rabbia nei cavalli. Come accennato poco sopra, un cavallo tranquillo e rilassato assumerà una postura rilassata, e tale apparirà, anche agli occhi dei neofiti. Non si dimentichi tuttavia che manifestazioni di rabbia nei cavalli possono derivare da disagio o dolore sopportato a lungo. Se il cavallo appare ripetutamente arrabbiato in determinate situazioni, ad esempio mentre montiamo, proviamo prima a trovare la causa del problema. In questa fase, un veterinario, un dentista o altri professionisti equini possono indubbiamente essere una grande risorsa.
  • Labbra serrate: a riposo, il muso di un cavallo appare generalmente “morbido” e rilassato. Potremmo anche vedere il labbro inferiore pendere liberamente con gli occhi semichiusi. Quando un cavallo stringe le labbra e allarga le narici, è molto probabilmente stressato, arrabbiato o dolorante. Un labbro increspato può essere anche segno precoce di un cavallo che sta pianificando di mordere. È uno dei segni più sottili di rabbia nei cavalli, quindi si dovrà fare attenzione ad altri segnali connessi, che appariranno di lì a poco: un’espressione facciale tesa, respiro pesante, orecchie appiattite o postura del corpo tesa.

(06 maggio 2021) © O.Belloli – riproduzione riservata; foto di copertina: © EqIn

equitare-galoppo 336x280 3

HorseAngel 728x90 2

TAG

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA


Redazione EQIN
INVIA
Il sito è protetto da copyright!