ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

EQUESTRIAN INSIGHTS Etologia - ricerche e studi

Amico umano io ti riconosco…. anche da una foto!

Amico umano ti riconosco.... anche da una foto!
bac 728x90

Condividi:

16 maggio 2020 #focus

goldspan_728x90

Home 24

Abbiamo affrontato in precedenza il tema della sviluppata capacità di riconoscimento ed interpretazione delle espressioni facciali e dei segnali corporei propri degli uomini da parte dei cavalli: sono ormai numerosi gli studi che dimostrano come una grande varietà di animali, tra i quali appunto i cavalli, sono in grado non solo di comunicare inter-specie, essere umano compreso, ma anche di leggere immediatamente l’atteggiamento e le emozioni provate da chi si relaziona con loro, e quindi di comportarsi di conseguenza (+info: clicca qui).

saferiding 728x90

Tuttavia, un’importante conferma circa queste specifiche capacità equine arriva da una ricerca appena pubblicata sulla rivista Scientific Reports a firma di un’équipe di studiosi del French National Research Institute for Agriculture, Food and Environment, dal titolo “Female horses spontaneously identify a photograph of their keeper, last seen six months previously” (+info: clicca qui).

HorseAngel 728x90

jumping 728x90

I ricercatori hanno infatti mostrato come i cavalli, in particolare le femmine, siano in grado di riconoscere gli esseri umani “familiari”, ossia a loro particolarmente vicini, soprattutto quelli che di loro si sono presi cura, semplicemente guardando delle fotografie. I risultati sono stati stupefacenti: essi riescono infatti a distinguere i familiari, ad individuare i loro tratti rispetto a quelli di perfetti sconosciuti, anche quando sono passati diversi mesi dall’ultima volta in cui li hanno visti (nello specifico dello studio, dopo ben 6 mesi).

Notizia che non può che renderci felici, specie uscendo da un periodo di allontanamento obbligato dai nostri compagni come quello vissuto durante i trascorsi due mesi per l’emergenza sanitaria in corso. Molti tra noi hanno riabbracciato i propri cavalli, e certamente sono stati riconosciuti immediatamente!

Venendo allo specifico studio qui presentato, 11 cavalli sono stati impegnati in questo compito di discriminazione di volti umani, ovviamente con un minimo addestramento di base, che si è svolto preventivamente usando uno schermo controllato da un computer, sul quale venivano state presentate contemporaneamente due fotografie (per 32 prove / sessioni): al tocco di una venivano premiati (quelle S+, ossia foto di volti familiari) mentre per l’altra no (S−, foto di sconosciuti). Dopo la fase di addestramento, i volti familiari sono stati presentati a fronte di volti nuovi per verificare se i cavalli fossero in grado di identificare spontaneamente i primi. È stata data una ricompensa a prescindere dal volto toccato per evitare possibili effetti di condizionamento. I cavalli hanno toccato le facce dei familiare in modo molto più che casuale, anche se si trattava del loro attuale proprietario che non vedevano da sei mesi (t = 3,65; p <0,004 et = 6,24; p <0,0001): in pratica, i cavalli hanno identificato il proprietario 3 volte su 4, un risultato significativamente più alto di quello che si sarebbe ottenuto anche se avessero scelto in modo del tutto casuale.

Complessivamente, questi risultati mostrano dunque che i cavalli hanno avanzate capacità di riconoscimento del volto umano con il quale hanno in precedenza stabilito una relazione, e una memoria a lungo termine di questi stessi volti familiari. Al tempo stesso, lo studio ha anche evidenziato come i cavalli capiscano intuitivamente che le fotografie sono rappresentazioni bidimensionali della realtà. Il tutto senza bisogno di avere stimoli uditivi né olfattivi.

© B.S.; – riproduzione riservata; foto © A. Benna / EqIn – S. Bazzani con il suo cavallo.

AG 728x90 1

Condividi:
Endurance 1


TAG

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Tutto il sito è protetto da copyright!