ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

NEWS

La bella storia di Flubber Della Corte: i miracoli accadono

La bella storia di Flubber della Corte 2

Condividi:

22 gennaio 2019 #focus

Vi sono storie di cavalli che meritano di essere raccontate, soprattutto quando, a scapito di ogni iniziale previsione, tutto volge poi nel migliore dei modi possibili. Tutti sanno che il futuro di un cavallo, specie quando è puledro, dipende da tante, tantissime variabili, molte di queste incontrollabili – pur con tutta la buona volontà e capacità di chi lo gestisce; a volte anche la sfortuna ci mette lo zampino, e di colpo tutte le speranze riposte, tutta la bellezza di una vita pronta a sbocciare sembrano venire irrimediabilmente compromesse. Capita anche, tuttavia, che vi siano dei colpi di coda del destino…


La bella storia di Flubber della Corte

Genealogia Completa – Flubber Della Corte

Ad attirare la nostra attenzione è stata la storia del giovane stallone italiano (2012) Flubber Della Corte, da Contendro I x Olympique London X, al momento sotto la sella di Filippo Bologni, co-proprietario di questo bellissimo baio di 7 anni insieme a Lorenzo Ramaioli (Allevamento “La Magnifica”). “Flubber è un vero miracolato e, a fronte di quel che gli è accaduto in passato, oggi poterlo montare – pure ottenendo buoni risultati – ha dell’incredibile. La scorsa primavera ero a fare un Nazionale a Pistoia, Ramaioli mi ha raggiunto raccontandomi la storia del cavallo e chiedendomi se, essendo a suo parere molto qualitativo, mi poteva interessare” – ci dice Filippo. “Così con mio padre Arnaldo abbiamo deciso di provare a investire su questo giovane stallone – che peraltro è di facilissima gestione, pur essendo intero: qualche gara nelle categorie riservate ai 5 anni, poi subito, dati gli ottimi mezzi, grande cuore e veloce capacità di apprendimento, abbiam provato a “fare il salto”: tant’è che lo scorso weekend l’ho portato con me al CSI2* di Villeneuve-Loubet, dove ha saltato molto bene nelle categorie internazionali per i cavalli di 7 anni, ovvero là dove dovrebbe essere impegnato data la sua età, nonostante un bagaglio formativo pressoché inesistente“.

saferiding 336x280

La bella storia di Flubber della Corte 1

Arnaldo Bologni e Flubber

La bella storia di Flubber della Corte 3

Flubber Della Corte – salto in libertà

La bella storia di Flubber Della Corte: i miracoli accadono

Filippo Bologni e Flubber Della Corte

Incuriositi, abbiamo raggiunto Lorenzo Ramaioli per farci raccontare di più sull’accaduto del passato di Flubber, quello che avrebbe potuto compromettere non solo la carriera agonistica, ma anche la vita di questo cavallo. “Ho preso Flubber dall’allevamento Della Corte con cui collaboravo, a metà dei 4 anni. Come altri puledri provenienti da questo piccolo allevamento, tutti risultano molto qualitativi e, ad oggi, non mentono: stanno tutti ben saltando. All’epoca lavoravo con i cavalli presso le Scuderie della Malaspina (Ornago – Mi) che, da Codogno (Lodi – dove si trova l’allevamento), dista davvero poco. Una giornata impegnativa ha fatto sì che riuscissi a mettermi in viaggio col trailer per andarlo a prendere solo in tarda serata ma, appunto, data la vicinanza, non ero troppo preoccupato. Al mio arrivo presso l’allevamento era ormai buio – erano più o meno le 23 – le operazioni di caricamento del puledro si sono svolte nella norma, con il tempo e la pazienza necessaria affinché Flubber accettasse di dover fare il viaggio, durante il quale, una volta partiti, è stato bravissimo”.

Tutto regolare, quindi. Ero quasi arrivato. Ma veramente, mancava pochissimo. Era tardissimo, ed io ero davvero molto stanco; non ero solo, con me c’era anche un groom, ma anche lui accusava la lunga giornata. Un colpo di sonno mentre ero alla guida fece sì che, risvegliatomi di colpo, per evitare lo spartitraffico verso il quale stavo per impattare, sterzassi bruscamente: troppo bruscamente, il trailer non seguì la nuova ed improvvisa rotta dell’auto; spaventato, sterzai nuovamente: fu così che trailer e auto si rovesciarono. Finimmo su di un fianco. Il cuore in gola, la mente impazzita, mi lanciai fuori dall’auto in preda al panico. Che ne era di Flubber?”

Prosegue Lorenzo: “Sicuramente sarà a pezzi, come minimo tutto da ricucire, se non ci sarà anche qualche frattura; sarà sconvolto, come lo tiriamo fuori adesso? Questi ed altri mille pensieri mi bombardavano la testa nei pochi secondi che mi furono necessari per uscire ed andare a vedere il cavallo e constatare il suo stato, decidere velocemente cosa fare… ma il cavallo non c’era. Il trailer era vuoto. Flubber era sul ciglio della strada, in piedi, camminava, a pochi metri dall’incidente. Probabilmente, anzi, fortunatamente, è stato sbalzato fuori da una delle mie brusche sterzate. Un miracolo!”

Recuperato il cavallo, che senza riluttanza alcuna è poi salito sul van che lo avrebbe condotto nella sua nuova casa, lo abbiamo finalmente portato in scuderia e subito abbiamo chiamato il veterinario per controllarlo. Salvo qualche banale escoriazione e qualche edema – il tutto indagato con ecografie – il cavallo stava bene: necessitava solo di riposo e di dimenticare quel che gli era successo. Visto l’approssimarsi dell’inverno, ho preferito addirittura prolungare la sua degenza – box e paddock – convinto che i cavalli facciano poi prestissimo a recuperare il tempo perduto su di un piano agonistico, quando corpo e mente sono sani. Da Ornago mi sono poi spostato a La Magnifica; qui l’ho domato solo sul finire dei suoi 5 anni e, grazie alla disponibilità dei grandi spazi in collina, il suo allenamento è stato poi vario e progressivo. Riguardo a quella terribile notte, sono dell’idea che Flubber non abbia realizzato fino in fondo che cosa gli era successo“.

Indubbiamente lo stallone baio ha una buona stella che lo protegge! Da uomo di cavalli, Lorenzo Ramaioli è consapevole della fortuna avuta durante l’incidente, sia per se stesso, sia per il cavallo. Il tempo gli ha dato ragione: quando la sorte mette i bastoni tra le ruote, è meglio saper aspettare pazientemente, dando tempo al tempo, quello necessario per cancellare ogni traccia; i risultati poi arrivano! “Sono convinto sia un cavallo fantastico“, afferma Filippo Bologni; “Flubber Della Corte potrà in futuro realizzare grandi cose sportivamente parlando. Mi ritengo molto fortunato nel poterlo montare oggi. Dita incrociate quindi! Lavoriamo sodo con gli occhi puntati su quello che sarà il suo prosieguo agonistico!

©B.S. – riproduzione riservata; foto Flubber della Corte courtesy © Lorenzo Ramaioli

Condividi:
hippofab_336 1




TAG

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Tutto il sito è protetto da copyright!