ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

Equestrian Books EQUESTRIAN INSIGHTS

L’assetto che accompagna – Centered Riding 2

L'assetto che accompagna - Centered Riding 2 2
Condividi:
Print Friendly, PDF & Email

 

#focus

In occasione della recente uscita di Centered Riding 2Il percorso continua, Equitare Edizioni propone una serie di estratti del libro, corredati da foto e disegni, sui punti più qualificanti e innovativi del metodo ideato da Sally Swift. Ecco il terzo.

Ricordiamo che il Centered Riding non è uno “stile” di monta, è piuttosto un percorso per rieducare la mente e il corpo del cavaliere. Ispirato alla pratica delle arti marziali, il metodo ci fornisce – attraverso una serie di esercizi specifici e di immagini mentali – un modo nuovo per applicare i principi della tradizione classica quale che sia la disciplina equestre praticata:

L’assetto che accompagna

Ora che avete visto come acquisire il senso dell’equilibrio sul cavallo in movimento, siete pronti per coordinarvi in quello che io chiamo l’assetto che accompagna. In questo capitolo vi introdurrò al movimento del corpo del cavallo, con particolare riguardo al suo dorso. Diventerete più consapevoli di come il vostro corpo, in ogni sua parte, possa coordinarsi con il movimento del cavallo – innanzitutto per non interferire con esso, e in secondo luogo per utilizzare la coordinazione in modo da trasmettere al cavallo ciò che volete che faccia. (In altre parole, seguirete il cavallo usando l’assetto che accompagna). Così le vostre indicazioni gli risulteranno molto chiare e le eseguirà di buon grado.

A terra

Bacino e area lombare

È interessante notare che il vostro centro di gravità si trova nella stessa area del vostro centro, benché non siano la stessa cosa. Tuttavia, il fatto che il centro di gravità si trovi nella zona pelvica spiega perché è necessario avere il centro sopra i vostri piedi, o i piedi sotto al centro, per restare in equilibrio. Adesso, stando eretti in piedi, con i piedi leggermente divaricati, flettete le tre articolazioni delle gambe: anche, ginocchia e caviglie. Questa posizione è simile all’assetto sollevato a cavallo (foto 6.4). Fate attenzione a che il vostro centro rimanga sopra ai piedi. Se così non fosse, cadreste. Sempre da terra, passate ripetutamente dall’assetto profondo – l’assetto a tre punti, diritto, con gli ischi e le gambe a contatto con la sella – all’assetto sollevato, e notate come le vostre tre articolazioni si adattino e si coordinino per permettervi un equilibrio rilassato durante il movimento. Vi accorgerete che quando flettete le tre articolazioni per passare all’assetto sollevato, le articolazioni delle anche si spostano indietro nella stessa misura in cui avanzano le ginocchia. Il movimento è equamente distribuito fra le articolazioni (foto 6.5).

L'assetto che accompagna - Centered Riding 2

A cavallo

Pedalare all’indietro

Adesso è il momento di acquisire consapevolezza dell’articolazione delle anche. Se volete, appoggiate le dita su di esse (foto 6.14). Ricordate dove si trovano: ai lati del bacino, in basso e un po’ arretrate. Osservate come il movimento del cavallo faccia ruotare il femore nell’acetabolo dell’anca. È una rotazione all’indietro: a causa del movimento alternato dei fianchi del cavallo vi sembrerà di stare pedalando all’indietro su una bicicletta. Questo movimento rotatorio si trasmette all’intera coscia e al ginocchio, cosicché anche questo pedalerà leggermente all’indietro. Osservate in quale direzione, o insieme di direzioni, punta il vostro ginocchio. Mentre la vostra coscia rimane aderente al cavallo, il ginocchio si dirige all’infuori, in avanti e verso il basso. Il dorso del cavallo è meno mobile dei suoi fianchi – specialmente se il cavallo non ha ancora sviluppato la corretta muscolatura – per questo diventa sempre più importante che mentre il cavallo avanza, l’articolazione della vostra anca rimanga sufficientemente libera per permettere alla vostra coscia di muoversi in modo indipendente dal bacino rilassato.

Una volta diventati consapevoli del movimento del ginocchio, osservate cosa succede alla parte inferiore delle vostre gambe. Esse sono sospinte dal costato del cavallo prima da un lato e poi dall’altro. Quando il cavallo poggia un posteriore a terra per sostenersi, sposta il suo ventre – una massa davvero considerevole – su quel posteriore, e quel lato del dorso si stabilizza. Al passo successivo, il ventre si sposta sopra l’altro posteriore, che ne sosterrà la massa; mentre il primo posteriore si stacca da terra e si ingaggia sotto al tronco, quel lato del dorso si attiva (foto 6.15 e 6.16). La parte inferiore delle vostre gambe può “seguire” il ventre del cavallo nel suo movimento in dentro e verso il basso, prima da un lato e poi dall’altro. Attenzione: l’esercizio di “accompagnare” a gambe alterne serve esclusivamente per acquisire consapevolezza dei movimenti del ventre, del dorso e dei posteriori del cavallo. Nella pratica quotidiana non dovrete montare in questo modo, altrimenti il cavallo tenderà a camminare “a papera”. Quando la vostra gamba segue il movimento del costato del cavallo in dentro e verso il basso, potrete influire sull’azione del posteriore che si solleva, a partire dal momento in cui si stacca da terra per poi rimanere sospeso in levata. Non potrete invece influire con l’aiuto di gamba sul posteriore posato a terra che sostiene la massa del cavallo. Così vi accorgerete che è il cavallo stesso, attraverso il movimento del proprio corpo, a darvi il ritmo per applicare correttamente gli aiuti di gamba. In questo stadio del vostro percorso di apprendimento concentratevi a seguire il movimento del cavallo, senza incoraggiare gli spostamenti laterali del suo ventre. Limitatevi a ricevere semplicemente il movimento del cavallo.

L'assetto che accompagna - Centered Riding 2 1

Centered Riding 2: imparare equilibrio e rilassamento 2CLICCA QUI PER CONSULTARE IL SOMMARIO DI CENTERED RIDING 2

Prendere coscienza della nostra fisicità e di quella del nostro cavallo con Centered Riding 2 1

clicca sulla foto per acquistare il volume

© Press Office Equitare Casa Editrice – riproduzione riservata testo e immagini.

Centered Riding 2: imparare equilibrio e rilassamento

Centered Riding 2: quattro principi base e il “grounding”

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA


Redazione EQIN
INVIA
Il sito è protetto da copyright!