ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

NEWS

Alberto Zorzi: “sono troppo contento della mia vittoria” / GP – Longines Global Champions Tour – Monaco

Bozza automatica 9

Home 36

Condividi:
Print Friendly, PDF & Email

25 giugno 2017 #news

Home 35

Un week-end strepitoso per gli azzurri: dopo la terza posizione in Coppa delle Nazioni a Rotterdam e il primo posto nella classifica generale dell’Europe Division 1, l’Italia continua a stupire: l’Inno di Mameli suona anche a Montecarlo dove Alberto Zorzi in sella a Cornetto K ha vinto ieri sera il Grand Prix di Monaco, la gara più importante della settima tappa del Longines Global Champions Tour.

Home 42

clicca qui per la classifica del GP / LGCT h 1,60 mt against the clock with jump off

jumping 728x90

Giro d’onore – Alberto Zorzi – Cornetto K / ©Stefano Grasso / LGCT

Gran Premio in notturna con 25 partenti caratterizzato da un percorso complesso e molto tecnico reso ancor più insidioso dalle ristrette misure del campo gara, che si staglia tra i grattacieli e il porto di Montecarlo (clicca qui per il grafico del percorso). Un percorso base all’insegna della ricerca dello 0 per poter accedere al tanto agognato barrage al quale, nonostante l’impegno e la maestria di tutti i concorrenti in gara, il top del Salto Ostacoli mondiale, sono approdati solo in quattro. Christian Ahlmann e Dolocia per la Germania, Kevin Staut e For Joy van’T Zorgvliet HDC per la Francia, Scott Brash con Hello Forever per la Gran Bretagna e infine il Caporal Maggiore dell’Esercito Alberto Zorzi in sella a Cornetto K per l’Italia, che a caldo ha dichiarato di sentirsi “alla grande” e di essere troppo contento della sua vittoria:

CLICCA QUI per la dichiarazione di Alberto Zorzi ©Sunset+ Vine TV News / LGCT

Giro d’onore – Alberto Zorzi – Cornetto K / ©Stefano Grasso / LGCT

Questa volta l’ordine di partenza del jump off è stato d’aiuto. Il primo binomio a rientrare nell’arena per la seconda parte di gara è stato quello tedesco composto da Christian Ahlmann e Dolocia, netto in un tempo di 38.20, a seguire Scott Brash che con Hello Forever ha commesso due errori. Due percorsi ancora per decretare il vincitore. Entrano in campo Kevin Staut e Joy van’T Zorgvliet HDC e subito appare chiara la loro intenzione di battere Ahlmann, a tradire l’impresa un errore su un verticale che li porta a chiudere con 4, seconda posizione provvisoria. È la volta dell’Italia rappresentata da una delle sue più talentuose promesse, Alberto Zorzi che, con un’estrema facilità e un barrage pulito e limpido, chiude in sella a Cornetto K senza errori nel tempo di 37.20, leggermente più veloce, quel tanto che è bastato per vincere il Gran Premio. Tra gli applausi del pubblico entusiasta spicca il sorriso orgoglioso e soddisfatto di Zorzi, espressione visibile anche sul volto di Jan Tops e di tutti gli italiani presenti a Monaco.

Alberto Zorzi – Cornetto K / ©Stefano Grasso / LGCT

Un altro concorso pieno di netti per Zorzi: 0 nella 145 del venerdì in sella a Cinsey, 0 con Cornetto K sempre il venerdì nella First Competition del Global Champions League presented by Massimo Dutti e altri due percorsi netti il sabato nella Final Competition del Global Champions League e nel Longines Global Champions Tour Grand Prix du Prince de Monaco presented by Sapinda, entrambi con lo strepitoso Cornetto K.

Zorzi non ha più bisogno di dimostrare alcunché: è una conferma che si rinnova ad ogni concorso, ad ogni percorso portato a termine con la grazia e la capacità di un cavaliere che disegna le sue performances facendole apparire sempre semplici e spontanee nonostante gli altissimi gradi di difficoltà dei tracciati affrontati. Impegno, dedizione e bravura che sono stati ampiamente ripagati dalla classifica generale del circuito firmato da Jan Tops dove Zorzi ora è terzo, alle spalle di Christian Ahlmann e Harrie Smolders (clicca qui per la classifica). Il Caporal Maggiore ha superato il connazionale Lorenzo De Luca, non qualificatosi nel GP della sesta tappa, quella di Cannes, e assente a Monaco perché impegnato a portare a termine due meravigliosi percorsi netti in Coppa delle Nazioni a Rotterdam grazie ai quali l’Italia è terza nella tappa e prima nella classifica del suo girone.

Il nostro Zorzi continua a far sognare l’Italia settimana dopo settimana, ma è adesso che inizia il periodo di fuoco: mancano ancora tre tappe di FEI Nations Cup dove gli azzurri devono impegnarsi al massimo per difendere la loro prima posizione per poter approdare alla finale di Barcellona. Siamo anche a metà del Global Champions Tour, mancano ancora sette tappe, esclusa la finale di Doha, quindi Lorenzo De Luca e Alberto Zorzi hanno tutto il tempo necessario per scalare i pochi posti che li separano dal vertice della classifica. Sembra un sogno e invece è realtà, quest’anno finalmente gli ingredienti per vincere ci sono: con un po’ di fortuna, che in questo sport è sempre fondamentale, e la capacità dei nostri cavalieri possiamo realmente arrivare in alto! Forza ragazzi, oggi il Gran Premio di Rotterdam: incrociamo le dita per sentir suonare ancora il nostro bellissimo inno.

© D.M.; riproduzione riservata; foto Alberto Zorzi e Cornetto K © Stefano Grasso / LGCT

equitare-galoppo 336x280 3

HorseAngel 728x90 2

TAG

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA


Redazione EQIN
INVIA
Il sito è protetto da copyright!