Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

EQUESTRIAN INSIGHTS Salute e benessere del cavallo

Epidemia di influenza equina, le linee guida della FEI

Condividi:

10 febbraio 2019 #news



La FEI ha emanato delle linee guida per la comunità equestre per proteggere i cavalli e prevenire la trasmissione dell’influenza equina, in seguito ai focolai del virus esplosi in Belgio, Francia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Nigeria, Regno Unito e Stati Uniti d’America dall’inizio dell’anno.

L’influenza equina è un virus altamente contagioso che causa malattie respiratorie nei cavalli. Il virus è endemico nella maggior parte dei paesi del mondo e le epidemie possono avere un grave impatto sull’industria equina, con conseguenti limitazioni alla movimentazione dei cavalli.
“Vaccinare i cavalli contro l’influenza equina è fondamentale per combattere la diffusione della malattia”, ha detto il direttore veterinario della FEI Göran Åkerström. “È importante che tutti i cavalli siano vaccinati, indipendentemente dal fatto che partecipino alle competizioni o entrino o meno in contatto con altri cavalli; ci sono anche misure di biosicurezza che dovrebbero essere messe in atto, comprese le migliori pratiche igieniche”.

Tutti i cavalli FEI devono avere una cronologia delle vaccinazioni accertabile ed aggiornata nei loro passaporti che verranno controllati all’ingresso di tutti gli eventi FEI.
Il virus trasmesso per via aerea può diffondersi fino a due chilometri, a seconda delle condizioni ambientali, e può essere facilmente trasmesso tra i cavalli che sono a stretto contatto, come durante la partecipazione ad eventi, l’allenamento in gruppo, o tra cavalli vaccinati e non vaccinati che vivono nella stessa casa.
Qualsiasi cavallo che mostri segni della malattia non dovrebbe lasciare il proprio habitat. Questo vale anche per qualsiasi cavallo che è stato in contatto con un cavallo o cavalli con influenza equina.
“Quest’anno stiamo assistendo al ritorno del virus Clade 1 nei cavalli infetti. I cavalli vaccinati hanno mostrato solo lievi segni clinici della malattia e si sono ripresi rapidamente, ma i cavalli non vaccinati sono stati colpiti in modo molto più grave”, ha affermato Caterina Termine, consulente veterinario della FEI. “Il messaggio chiave è: vaccina il tuo cavallo, monitora la sua salute con estrema attenzione e chiama il veterinario se hai dubbi“.

L’esauriente questionario FEI sull’influenza equina è disponibile a questo link.

Si prega di visitare FEI Campus per il Corso/Guida per i proprietari di cavalli.



©Grania Willis / Direttore della Comunicazione FEI – riproduzione riservata; foto in copertina © A. Benna/EqIn



Condividi:




TAGS:
Articolo precedente
Prossimo articolo

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *