Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
ATTENDI...

Cosa vuoi cercare?

EQUESTRIAN INSIGHTS Gestione, strumenti, tecnica e addestramento

Finalmente sta per arrivare il vostro nuovo cavallo! Ecco che cosa preparare

Finalmente sta per arrivare il vostro nuovo cavallo! Ecco che cosa fare

Condividi:

28 febbraio 2019 #news

Portare a casa un cavallo appena acquistato è certamente un evento bellissimo che tuttavia può essere anche fonte di stress, per lui come per voi. Finalmente infatti, dopo diversi tentativi (prove, visite di compravendita ecc.), avete individuato il soggetto che fa al caso vostro: ecco le cose da controllare e preparare alla vigilia del suo arrivo.


Finalmente sta per arrivare il vostro nuovo cavallo! Ecco che cosa fare

La vostra attesa è molto alta – il momento tanto desiderato sta finalmente per concretizzarsi. Anzitutto però non dovete dimenticare che il vostro nuovo cavallo verrà sradicato da tutti gli ambienti e compagni familiari, e dunque al suo arrivo sarà certamente spaesato e più nervoso di quanto non lo sarà tra un mese o due. Inoltre, se anche credete di riuscire ad immedesimarvi nella sua condizione di “straniero” nella nuova casa (grazie magari ad esperienze direttamente vissute di traslochi durante la vostra vita), resta il fatto che probabilmente voi vi siete sempre spostati volontariamente. Il vostro nuovo cavallo non ha avuto questa vostra stessa opzione e nemmeno sa dove sta andando: questo è lo stato d’animo con cui arriverà da voi. Se fosse stato per lui, avrebbe quasi sicuramente scelto di rimanere dov’era: un posto a cui era abituato e dove si sentiva già al sicuro tra i suoi compagni.

Premessa questa importante considerazione sul reale stato emotivo con il quale un nuovo soggetto entra in un luogo ignoto – che ovviamente è variabile in intensità da soggetto a soggetto, in base anche alle esperienze e routine degli spostamenti che ha vissuto, anche solo per le competizioni – prima di portare a casa un nuovo cavallo, ci sono diversi elementi da considerare e cose da preparare e controllare. Anzitutto è necessario verificare che il soggetto sia in regola con le vaccinazioni e sia aggiornato soprattutto il test Coggins. Come le persone, i cavalli sono molto più suscettibili alle malattie infettive quando sono sotto stress e al tempo stesso siamo tutti ovviamente d’accordo nel non voler in nessun modo introdurre un nuovo cavallo che potrebbe portare con sé una malattia infettiva per l’intera scuderia. Per la stessa duplice ragione – benessere del nuovo cavallo e prevenzione per tutti gli altri soggetti con i quali può entrare in contatto – è auspicabile controllare anche che siano state svolte con regolarità le sverminazioni.

Un altro elemento fondamentale da considerare riguarda quel che il vostro nuovo cavallo mangerà. Parlatene con il proprietario precedente e scoprite qual è stata la sua dieta, quanto fieno e che tipo di pietanza (mangime, integratori e quant’altro) il cavallo ha finora assunto su base giornaliera. Un cambio radicale della sua dieta potrebbe generare dei problemi di salute, in particolare coliche, specie in condizioni di stress connesso alle “troppe novità”. La cosa più opportuna da fare è far arrivare il cavallo con un po’ del mangime sul quale finora si è basata la sua dieta quotidiana ed introdurre ogni nuova pietanza in maniera graduale, nell’arco almeno di una settimana.

Bisogna occuparsi anche dell’acqua. Alcuni cavalli possono essere pignoli e schizzinosi nel bere acqua non familiare – anche se abituati ad andare in gara, molti bevono con fatica fuori dalle mura della scuderia abituale. Aiutate il vostro nuovo cavallo anche in tal senso, assicurandovi che abbia sempre accesso a una fonte d’acqua fresca e pulita, e monitoratelo nei primi giorni. Attenzione anche agli abbeveratoi delle scuderie; se il cavallo non le conosce o non è abituato (magari è un puledro) potrebbe essere necessario fornire acqua in un secchio o in una vasca puliti fino a quando non impari dove bere.

E’ necessario scegliere la collocazione più adatta, e prepararla. Ovviamente bisogna distinguere se il cavallo sarà all’arrivo sistemato in un paddock o in un box. Nel primo caso, è necessario verificare prima di tutto il buono stato della recinzione, che può essere pericolosa se usurata o se di altezza inadeguata. Non è inusuale per i nuovi cavalli provare a scappare saltando o rompendo le recinzioni! Bisogna inoltre controllare lo stato del terreno, ed assicurarsi che non vi siano buche o qualsiasi altro oggetto che potrebbero causare incidenti al nuovo arrivato. Il paddock rappresenta comunque la situazione ideale per lui: ricordate però che deve essere sistemato lontano dagli altri cavalli (almeno per i primi giorni: l’inserimento in un gruppo stabile di cavalli va fatto in maniera progressiva), e tuttavia in questo modo non è tenuto in isolamento ed è libero di muoversi come ritiene. Se il nuovo cavallo verrà invece collocato in un box, è preferibile sempre sceglierne uno che gli consenta di vedere i suoi vicini e la scuderia stessa, di modo che impari subito a conoscerla.

Precisato quanto sopra, se state proprio in questo momento vivendo l’eccitante attesa dell’arrivo del vostro nuovo amico, vi giungano le nostre congratulazioni: usate tutta la vostra gioia per star bene insieme sin da subito e godetevi ogni istante di questa nuova bellissima avventura che sta per iniziare!

© Redaz.; – riproduzione riservata, fonte principale thehorse.com; foto  © A. Benna / EqIn

 

 

 

 

Condividi:
hippofab_336 1

sedik_728




TAG

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *